Alghero, il 29 un’altra giornata di sciopero in aeroporto

Uil Trasporti: «Regione e Sogeaal non hanno rassicurato i lavoratori». Sit-in dei Riformatori

ALGHERO. La segreteria territoriale UilTrasporti-Rsu Sogeaal, d’intesa con le altre sigle sindacali, ha proclamato un’altra giornata di sciopero in aeroporto per lunedì 29 febbraio, dalle ore 13 alle 17.

Il sindacato motiva la decisione per il «perdurare delle cause all’origine della vertenza Sogeaal segnalando le questioni relative alla programmazione 2016, i rapporti con Ryanair, la privatizzazione e i riconoscimento economici attribuiti al personale». «Le stesse ragioni – si legge nella nota – che portarono le organizzazioni sindacali a proclamare uno sciopero il 12 febbraio scorso. Per il sindacato gli impegni sia della Regione e sia della società di gestione non sono rassicuranti per i lavoratori».

Ieri mattina intanto davanti all’aerostazione si è svolta una conferenza stampa organizzata dai Riformatori. All’incontro – oltre ai dirigenti locali e al coordinatore cittadino Nicola Salvio – era presente il segretario regionale del Partito Michele Cossa».

Dopo aver ribadito che l’aeroporto è un elemento fondamentale di sviluppo economico del Nord Ovest della Sardegna, è stato evidenziato che «per quanto riguarda la privatizzazione la Regione è già intervenuta a più riprese a ripianare i debiti della società, ma non è possibile che siano i contribuenti sardi a pagare clientelismo e sprechi».

I Riformatori hanno inoltre ribadito l’esigenza di mettere in rete i tre aeroporti sardi che «operando in autonomia talvolta si ostacolano tra di loro» e hanno affermato che

per la continuità territoriale «c’è tutto il tempo per ripensare e riprogettare la struttura del sistema, per non essere costretti ogni volta a rincorrere l’emergenza come è puntualmente accaduto in questi anni nei periodi di punta, che hanno visto la Sardegna pressoché isolata». (g.o.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori