Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

All’Alguer Family Festival servizi, eventi e incontri

Questa sera a Lo Quarter la firma di un protocollo di intesa con la Regione Nella Torre degli Ebrei l’iniziativa Unicef “Città amica di bambine e bambini”

ALGHERO. L’amministrazione comunale sta mettendo particolare impegno nella organizzazione degli eventi dedicati alla famiglia. Stasera alle 17 nella sede del Quarter è prevista la consegna del marchio family da parte della Provincia Autonoma di Trento e della sottoscrizione del protocollo di intesa con la Regione, dovrebbe essere presente l’assessore regionale alla Sanità Luigi Arru.

L’obiettivo è quello, come sostiene la comunicazione di Porta Terra della nascita di un percorso comune sulle orme di quello compiuto da Alghero, primo oltre i confini del Trentino ad ottenere il marchio per la promozione delle politiche per il benessere familiare.

Tra le tante iniziative da segnalare l'avviso pubblico, che scadrà il prossimo 30 ottobre, per la manifestazione di interesse finalizzata all’individuazione di operatori economici da inserire in un apposito elenco che offrano trattamenti agevolati (a parità di prestazione) ai dipendenti del Comune e alle loro famiglie su diverse tematiche. Servizi da attivare durante le ore di lavoro del dipendente comunale (baby sitting, ristoratori, gestori di impianti balneari, gestori di impianti sportivi, gestori di impianti turistici) destinati alla accoglienza e tutela dei minori o anziani che abbiano necessità, per consentire una maggiore conciliazione dei tempi famiglia-lavoro.

L’avviso prevede da parte di professionisti, imprenditori (meccanici, elettrauto, carrozzieri, palestre, medici, fisioterapisti) l’applicazione di tariffe agevolate a favore dei dipendenti con familiari a carico.

Tra gli eventi da segnalare, da ieri nella Torre degli Ebrei in piazza Porta Terra, e sino a domenica, dalle 18 alle 21, all’interno dell’Alguer Family Festival si inserisce il programma dell'Unicef “Città amiche delle bambine e dei bambini” che, insieme alla Scuola Amica, costituisce la base per il rispetto dei diritti dei bambini sanciti dalla Convenzione sui diritti del fanciullo, affidata dall’Onu all’Unicef.

Nell’esposizione, si potranno consultare i materiali sui progetti della Città e Scuola Amica, oltre che quelli relativi al Baby Pit Stop, uno spazio protetto che si può allestire nei ristoranti, supermercati, librerie, oltre che negli uffici aperti al pubblico, per favorire i neonati e le mamme.

I bambini potranno rappresentare la loro visione di città, in uno spazio a loro dedicato.

Oggi inoltre i veterani del laboratorio di giornalismo di Erika Pirina, alle 17, sempre a Lo Quarter, parteciperanno al convegno “Una città per la Famiglia” per intervistare i bambini presenti e le autorità.

Tra le iniziative dell’Alguer Family Festival, domenica ritorna la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo.

A partire dalle ore 10.30 e fino alle 17, con orario continuato, le famiglie potranno visitare gratuitamente il Museo diocesano, il Museo del Corallo, il Nuraghe Palmavera e, novità di questa edizione, il Museo archeologico della Città.

Gli operatori didattici della Smuovi hanno predisposto percorsi, giochi, piccoli laboratori, attività creative e ludiche, materiale didattico, che renderanno la visita a musei e sito archeologico una nuova esperienza per la famiglia. Il tema dell’evento è “La cultura abbatte i muri”.

Dalle 17.45, nella piazza de Lo Quarter verrà idealmente abbattuto un grande muro simbolico nel quale i mattoni smantellati daranno la possibilità di vincere dei premi. Più musei si saranno visitati maggiori saranno le opportunità di aggiudicarseli.

Alla giornata è inoltre legato il Concorso per i disegni dei piccoli partecipanti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA