Seconda luna di miele fra Alghero e Barcellona

La ripresa dei collegamenti low cost rafforza il legame con la capitale catalana. In aeroporto gli eventi organizzati da Sogeaal, Comune e Fondazione

ALGHERO. Alghero e Barcellona sono di nuovo unite. La Riviera del Corallo festeggia il ritorno del collegamento con la capitale catalana. Al di là delle attese economiche e turistiche, il ripristino del volo è un’ottima notizia sul piano culturale, dati i fortissimi legami linguistici, storici e artistici tra i due lembi del Mediterraneo. Per celebrare l’evento Sogeaal, Comune, Fondazione Alghero e associazioni culturali hanno organizzato un week end in grande stile. Un modo per rinverdire i fasti di un passato neanche troppo lontano in cui l’aeroporto internazionale “Riviera del corallo” si era ritagliato un proprio spazio e un proprio ruolo nel sistema aeroportuale regionale, avocando a sé la specializzazione per i voli low cost e inducendo moltissimi giovani sardi a scegliere Alghero come luogo di partenza alla conquista dell’Europa.

Nei giorni scorsi il sindaco Mario Bruno e l’assessora della Cultura e del Turismo, Gabriella Esposito, sono partiti alla volta di a Barcellona con la Plataforma per la Llengua insieme agli artisti e ai bambini di “Mans Manetes”, operazione di riscoperta di vecchie canzoni per bambini e filastrocche in algherese, incise e distribuite nelle scuole per favorire l’insegnamento del catalano di Alghero. L’occasione è stata offerta da “Barnasant”, il festival che la Catalogna dedica alla musica identitaria. Ieri poi la comitiva algherese a Barcellona è stata protagonista di una intensa attività promozionale attraverso incontro con la stampa e la tv locale, ai quali hanno raccontato la città e le sue eccellenze. Il clou della festa era previsto per domenica all’aeroporto internazionale “Riviera del corallo”.

Grazie alla collaborazione dell’associazione Primigenia, Sogeaal ha organizzato “Voliamo con l’arte”. Il parallelo tra le due città sarà tradotto nelle immagini che il fotografo sassarese Antonello Franzil ha realizzato al “Sonar” di Barcellona e in quelle che il fotografo algherese Emilio Canu ha catturato nella propria città nelle prime tappe di “JazzAlguer”. I cinquanta scatti saranno visitabili nello spazio espositivo dell’aeroporto internazionale “Riviera del corallo” fino al 9 aprile. Altre immagini digitali saranno diffuse nella main hall dell’aerostazione tramite il “video wall”. L’inaugurazione prevista per le 12 è stata arricchita dall’accompagnamento musicale del

dj cagliaritano Bettosun. L’aperitivo sonoro è andato avanti sino all’arrivo dell’aereo da Barcellona, previsto per le 13.45, a bordo del quale c'erano anche i protagonisti di “Mans Manetes”. La festa e la musica sono continuate di sera al Saint Miguel, storica birreria del centro storico.

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro