Unico logo per il «turismo tutto l’anno»

Presentata la nuova campagna promozionale per Alghero e il suo territorio

ALGHERO. Una spirale di lettere e cifre che compone il calendario di un anno intero “di emozioni” e dà l’illusione di un meccanismo ottico, al cui centro è introdotto un ramo di corallo. Come un focus. Un obiettivo, per restare nella metafora fotografica. Si presenta così la nuova grafica della campagna di comunicazione e di immagine coordinata elaborata dalla società Primaidea, che ha elaborato i nuovi segni, i nuovi claim e i nuovi video per un battage di marketing territoriale che impersoni visivamente l’investimento politico e strategico che Alghero sta facendo per diventare una destinazione turistica per 365 giorni all’anno. Ieri la sala conferenze del Quarter ha ospitato la conferenza di lancio del progetto. All’assemblea composta da stakeholder, operatori, addetti ai lavori ed esperti il progetto è stato presentato da Pietro Disi per Primaidea, dal sindaco Mario Bruno e dall’assessora del Turismo, Gabriella Esposito. Al dibattito moderato dal giornalista Alessandro Aramu è intervenuto anche Antonio Usai, docente universitario ed esperto di marketing strategico per il turismo. Dal confronto è emersa la necessità di dare seguito, anche tangibile, alla scelta di fare del turismo uno dei cardini dello sviluppo contenuti nel Piano strategico elaborato dalla città. «Lo chiedevano gli operatori, c’era l’esigenza di un’immagine coordinata e una comunicazione strategica», spiega Gabriella Esposito. «Questo progetto di marketing territoriale nasce dal piano strategico – prosegue – raccoglie gli elementi dello sviluppo locale e li mette a valore». Dagli eventi organizzati dal Comune agli spazi museali, «tutto sarà ricondotto sotto un unico segno – dice ancora Esposito – il primo test saranno i programmi di “Mès che un mes” e di “Cap d’Any”, che presenteremo a brevissimo». La nuova campagna “Alghero: turismo 365 giorni l’anno” si basa su «elementi identitari, rappresentativi dell’anima della città», spiega Pietro Disi. Per Antonio Usai «oggi la competitività delle destinazioni turistiche sta nella capacità di convincere i turisti a spendere il tempo in un luogo anziché in un altro», e una campagna come quella di
Alghero «guarda al futuro per capire come intercettare nuovi flussi». D’altronde, conclude Mario Bruno, «fare turismo 365 giorni l’anno è la parola d’ordine che ci impone il piano strategico, che investe sull’ospitalità anche come leva di sviluppo per le altre attività». (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community