imposte locali 

Bruno: «Vogliamo equità fiscale, pagare tutti per pagare meno»

ALGHERO. «Ridurre le imposte locali, a iniziare dalla Tari 2019». È l’impegno dell’amministrazione comunale verso le associazioni di categoria incontrate ieri a Porta Terra per rassicurare chi ha...

ALGHERO. «Ridurre le imposte locali, a iniziare dalla Tari 2019». È l’impegno dell’amministrazione comunale verso le associazioni di categoria incontrate ieri a Porta Terra per rassicurare chi ha ricevuto gli avvisi di accertamento sui controlli catastali in esecuzione e delle richieste di ricalcolo delle imposte comunali per gli anni scorsi.

«Si lavora al prospetto definitivo da allegare al bilancio comunale, auspichiamo importanti margini di riduzione dell’imposta sui rifiuti per tutti», ha spiegato il sindaco Mario Bruno, a conferma del fatto che per Porta Terra non c’è un caso “cartelle pazze” e non esiste un intendimento vessatorio, meno che mai con la campagna elettorale alle porte, ma solo la «volontà dell’amministrazione di riscuotere nel rispetto dei vigenti regolamenti, con la massima equità e venendo incontro a tutti i cittadini e le imprese laddove vi siano margini di dubbio, errore o errata interpretazione». Come è stato detto, «ad Alghero per troppi anni è mancata una vera equità fiscale, con cittadini e imprese che si sono sobbarcati oneri spropositati ed eccessivi rispetto al servizio e all’utilità dei beni oggetto di tassazione e troppi che, al contrario, hanno scientemente illuso le imposte locali». Ecco perché si è scelto di «superare
i limiti interni riscontrati in passato nell’accertamento e nella riscossione coattiva, individuando una società che potesse espletare con professionalità il servizio, iniziando proprio dall’aggiornamento del censimento tributario, inspiegabilmente fermo al 2001». (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro