Cadeddu: «Ora potenziamo l’aeroporto»

«Quel che è successo a Capodanno ci serve per far capire alle istituzioni, regionali e non, che il potenziamento dello scalo aeroportuale è fondamentale». Massimo Cadeddu vuol vedere sempre il...

«Quel che è successo a Capodanno ci serve per far capire alle istituzioni, regionali e non, che il potenziamento dello scalo aeroportuale è fondamentale». Massimo Cadeddu vuol vedere sempre il bicchiere mezzo pieno, ma da commerciante, rappresentante di categoria e ora da presidente della Fondazione Alghero non intende accontentarsi. L’unico neo è che lo spettacolo vissuto ad Alghero per giorni e giorni è stato a uso e consumo dei sardi e di pochi fortunati. È stato comunque un soldout, ma «se si spalmano gli eventi su più date, e si organizzano appuntamenti di caratura internazionale e nazionale, la gente arriva – afferma Cadeddu – perciò ben venga un piano voli invernale a cavallo della fine dell’anno, perché la risposta c’è ed è stata straordinaria». Di più. «Quest’esperimento è servito a farci capire che dobbiamo sfruttare i ponti invernali, dai Santi a dicembre, da carnevale alla Settimana santa, sino ai ponti d’aprile e di maggio», insiste Cadeddu. «Servono prodotti adatti a catturare nuovi flussi di persone – conclude – capaci di vendere il “prodotto Alghero”, che non è solo mare». Il pressing su Sogeaal e sui suoi proprietari, F2i e Regione, arriva anche da Gabriella Esposito. «In una riunione avuta col sistema extralberghiero abbiamo ricevuto i complimenti e l’apprezzamento
degli operatori, che però ci hanno confidato che senza voli fanno fatica – conferma l’assessora comunale – adesso abbiamo un’offerta e abbiamo creato una destinazione, nutro qualcosa in più di una speranza che a breve ci possano essere importanti novità sui voli». (g.m.s.)


TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare