Les Estrenes 

Imparare l’algherese può diventare un gioco da bambini

ALGHERO. La lingua algherese rischia di estinguersi? Insegniamola ai più piccoli, anche per gioco, attraverso la salvaguardia di tradizioni che sono proprie dell’identità di Alghero e della sua...

ALGHERO. La lingua algherese rischia di estinguersi? Insegniamola ai più piccoli, anche per gioco, attraverso la salvaguardia di tradizioni che sono proprie dell’identità di Alghero e della sua comunità.

È l’idea che ha spinto la Plataforma per la Llengua, l’organizzazione non governativa che da 25 anni promuove la lingua catalana come strumento di coesione sociale, a rispolverare l’antica usanza di “Les Estrenes”, la manifestazione andata in scena con grande successo il giorno dell’Epifania in largo San Francesco.

Forte dell’esperimento portato avanti negli ultimi anni, la Plataforma ha voluto pensare ancora una volta che la strada da seguire sia quella di diffondere la passione per la lingua e la cultura tradizionale tra le nuove generazioni. E per favorire l’apprendimento attraverso il divertimento, la festa de Les Estrenes è sembrata l’occasione ideale.

Intuizione premiata, perché moltissimi bambini hanno partecipato all’evento, riportando in vita una antica tradizione che ha accompagnato generazioni di algheresi. Tradizionalmente, i bimbi ad Alghero aspettavano la Festa dels Tres Reis per chiedere spiccioli agli adulti con la propria arancia in mano.

I volontari dell’associazione hanno distribuito gratuitamente centinaia di arance e la prima strenna, accompagnati dalla musica di Àngel Maresca, Lo Barber, che ha allietato i presenti con un repertorio di canzoni tradizionali algheresi e catalane legate al Natale e alla festa dels Tres Reis. La manifestazione è stata animata dagli scout dei gruppi Agesci Alghero2, della chiesa di San Michele, e Alghero 4, della chiesa di San Giuseppe.

L’assessora della Cultura e delle Politiche linguistiche del Comune di Alghero, Gabriella Esposito, ha partecipato alla manifestazione e ha pubblicamente ringraziato
la Plataforma per la Llengua per aver voluto mantenere in vita una tradizione tanto sentita, resa possibile dalla collaborazione con la Fondazione Renzo Laconi di Alghero, e anche da Comune e Fondazione Alghero, che l’hanno inserita nel vasto carellone di “Més que un mes”. (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller