centro residenziale 

Boglioli e Millanta attaccano Tedde: «Rispetti gli anziani»

ALGHERO. Non si sopiscono le polemiche sul Centro residenziale per anziani. L’ultimo atto dello scontro porta la firma di Elisabetta Boglioli e Marina Millanta. Il bersaglio della loro prima uscita...

ALGHERO. Non si sopiscono le polemiche sul Centro residenziale per anziani. L’ultimo atto dello scontro porta la firma di Elisabetta Boglioli e Marina Millanta. Il bersaglio della loro prima uscita pubblica a nome di “Prima Alghero”, gruppo consiliare che hanno costituito dopo aver lasciato il Partito dei sardi, è il consigliere regionale Marco Tedde. «Parla degli anziani ospiti del Cra e li definisce parcheggiati, forse non conosce il significato della parola parcheggio, ma di sicuro le sue affermazioni denotano mancanza di rispetto nei confronti di chi sta vivendo un momento di difficoltà, a causa anche di errori perpetrati nel passato e dei quali è corresponsabile», attaccano Boglioli e Millanta, per le quali «manca di rispetto anche agli operatori che con abnegazione e disponibilità si prodigano per facilitare la vita di chi sta al Cra». Secondo loro, «gli ospiti del Cra di Fertilia non sono in parcheggio, vivono serenamente e sono supportati da tanti volontari, tante persone che mettono a disposizione il loro tempo per accompagnarli in tante attività», insistono le due consigliere di maggioranza. «In agosto questa amministrazione si è fatta carico di gestire una emergenza con la disponibilità di moltissime persone, ma non delle altre forze politiche – stigmatizzano – eppure sarebbe stato bello, per questi loro concittadini, averli accanto». Poi l’affondo finale.
«Ci vuole coraggio per ergersi a paladino di tutela della sanità quando fu proprio durante l’amministrazione Tedde che abbiamo assistito allo scippo di Villa Segni e alla sua chiusura – concludono – eppure anche a villa Segni c’erano utenti fragili e anche anziani». (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare