Ricci, la capitaneria multa due pescatori di frodo

Rigettati in mare mille bogamarì. Distrutti i vasetti di polpa già confezionati e pronti alla vendita

ALGHERO. La guardia costiera di Alghero dichiara guerra ai pescatori abusivi di ricci. A due soli giorni di distanza dall’ultimo sequestro, gli uomini della capitaneria, coordinati dal direttore marittimo del Nord Sardegna, il capitano di vascello Maurizio Trogu, hanno colto in castagna altri due pescatori sportivi. Ieri mattina il primo colpo è stato messo a segno nei paraggi di Punta del Lavatoio. I militari, impegnati in una serie di controlli a tappeto su tutta la fascia costiera della Riviera del corallo, hanno individuato un pescatore sportivo mentre si dedicava alla pesca dei “bogamarì”, il cui mercato cittadino è fiorentissimo grazie anche a una domanda sempre molto elevata. Al termine dei controlli l’uomo è stato trovato in possesso di duecento ricci e duecento grammi di polpa già raccolta in una bottiglietta e pronta per essere utilizzata o venduta. Il responsabile dell’illecito si è beccato una denuncia e una multa di mille euro per il mancato rispetto delle più comuni e diffuse norme di carattere igienico-sanitario. Sorte analoga è toccata a un altro pescatore di frodo sorpreso qualche ora dopo a operare nella scogliera vicino al porto di Fertilia. Anche in questo caso i guardiacoste hanno ispezionato l’armamentario dell’uomo fermato e l’hanno trovato in possesso di ottocento ricci di mare. Anche in questo caso è scattata la denuncia e una multa di mille euro per le stesse ragioni della prima. In entrambi i casi i ricci sono stati rigettati in mare, mentre la polpa già confezionata e destinata all’uso alimentare è stata distrutta, così come prevede la normativa vigente in materia di pesca del riccio di mare, che stabilisce per i pescatori sportivi o ricreativi la possibilità di operare solo il sabato, la domenica e nei giorni festivi, di farlo solo per consumo
personale e senza eccedere il numero massimo di 50 ricci pescati per persona. Tre giorni fa un altro pescatore dilettante era stato sorpreso nelle acque algheresi con altri 500 ricci. Anche per lui denuncia e mille euro di multa. La lotta all’abusivismo nella pesca non si ferma qui.

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare