One billion rising, flash mob per Michela

In migliaia hanno indossato la maglietta contro femminicidi e violenza di genere

ALGHERO. Era la sesta edizione, ma per Alghero è stata la prima dopo l’uxoricidio di cui è stata vittima il 23 dicembre scorso Michela Fiori, strangolata a morte nel suo appartamento di via Vittorio Veneto dal marito, Marcello Tilloca. Anche per questo è stata una manifestazione speciale, come speciale è stata la partecipazione. Per il sesto anno consecutivo, One Billion Risin ha fatto sentire ad Alghero la propria voce contro ogni forma di abuso e violenza su donne e bambini con un partecipato flash mob. Da quest’anno la manifestazione rientra nelle attività del progetto “Educazione alla salute” e nel percorso di contrasto e prevenzione alla violenza di genere promosso dall’associazione “Rete delle Donne di Alghero” insieme al liceo scientifico, al liceo classico, al liceo delle scienze umane, al liceo artistico e al liceo linguistico con la collaborazione della scuola media di via De Biase, di Ads Nuovo Espacio Salsero di Diego Nieddu, della Scuola di ballo di Rosaria Dalerci, di Danzare Tre Dance di Mondina Di Napoli e di Ginfinity Ginnastica Artistica di Francesca Spiga. One Billion Rising è il più grande evento mondiale contro la violenza di genere, coinvolge 200 paesi del pianeta, mobilitando un miliardo di persone unite nell’affermare una cultura del rispetto e della solidarietà. Eve Ensler, attivista americana ha fondato nel 1998 il V-Day, un movimento che lotta per la parità sessuale e contro ogni discriminazione e violenza sulle donne. Dal 2013 il V-Day ha promosso la mobilitazione di One Billion Rising, iniziativa che punta a diffondere la cultura del rispetto, aprendo un nuovo dibattito sui diritti, le disuguaglianze economiche e lo sfruttamento delle donne in tutto il mondo. OBR ha ricevuto nel tempo consensi crescenti. In un’epoca in cui nuove forme di intolleranza e nuovi estremismi sembrano riaffacciarsi con prepotenza, il messaggio One Billion Rising 2019 è proprio quello dell’importanza della libertà della donna e della solidarietà come linfa vitale per una rivoluzione pacifica e arma contro ogni violenza. A livello nazionale, l’iniziativa è promossa da
Amnesty International, Amref, Cgil, Dire, Differenza Donna, Doppia Difesa onlus, Emergency, Federazione Nazionale Associazioni Scuole Danza Fnasd, Giulia Gionaliste, Nuovo Maschile, Ordine dei Giornalisti, Se Non Ora Quando, Terres des Hommes, UDI - Unione Donne Italiane e Uil. (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller