Alghero apre le porte per una nuova ospitalità

Sistema integrato, il Comune incontra gli operatori nella sala del Quarter. Ai turisti che sceglieranno le strutture ufficiali verrà offerta una hospitality card

ALGHERO. Si scrive Sio, Sistema integrato dell’ospitalità, e si legge “Alghero apre le porte”. Il progetto del Comune per mettere a sistema la ricettività turistica, specie quella extralberghiera, col duplice scopo di far emergere l’abusivismo diffuso e di migliorare i livelli qualitativi dell’accoglienza, entra nel vivo. Tutti gli operatori che hanno aderito al Sio lunedì 27 alle 15.30 sono chiamati a raccolta nella sala conferenze del Quarter per rilanciare una sfida su cui l’amministrazione punta per «promuovere l’integrazione, la qualità e la competitività del comparto turistico-ricettivo».

Il sistema integrato, attraverso l’introduzione di un marchio del territorio e dei meccanismi di certificazione, ha lo scopo di elevare la qualità dell’offerta ricettiva e turistica di Alghero, di offrire benefici alle strutture e agli ospiti, favorendo anche l’emersione della ricettività informale. Chi aderisce è supportato dal Comune e dalla Fondazione Alghero attraverso la possibilità di offrire prodotti a misura di turista. «Grazie a questa iniziativa Alghero offre ai turisti che soggiornano nelle strutture ricettive aderenti una card turistica gratuita che permette di visitare musei, siti archeologici o aree di alto pregio ambientale, con tariffe dedicate e sconti sul costo dei biglietti», spiega l’assessora delle Attività produttive, Ornella Piras. Con l’hospitality card “Alghero apre le porte”, fornita al momento del check-in nei b&b, case vacanze e affittacamere del territorio comunale, sarà possibile accedere ai numerosi siti, usufruendo di sconti sulle tariffe abitualmente praticate.

Solo per citarne alcuni, fanno parte del circuito il Museo archeologico della Città, il Museo diocesano d’arte sacra e il Museo del Corallo, la Necropoli di Anghelu Ruju, il villaggio nuragico Palmavera, il Parco di Porto Conte, gli itinerari di qualità e altri servizi comunali che possono essere consultati e verificati attraverso AlgheroApp o il sito istituzionale algheroturismo.eu. Domani tutti gli operatori del turistico-ricettivo extralberghiero riceveranno il materiale informativo aggiornato da consegnare agli ospiti delle loro strutture. Agli aderenti al Sistema integrato dell’ospitalità sarà proposto anche un educational tour al Museo della Città.

«Vogliamo costituire un pacchetto di benefici e vantaggi per il turista che pernotta nelle strutture ricettive ufficiali e nelle strutture certificate», spiega ancora Ornella Piras. «Allo stesso tempo si incentiva l’ingresso delle strutture nel circuito», aggiunge l’assessora, senza mancare di sottolineare

che «grazie a questo progetto è stato individuato un modello organizzativo e gestionale che aiuta l’emersione dall’informalità delle seconde case “a uso vacanza” e contribuisce alla costituzione di una rete competitiva di operatori, all’altezza della nuova domanda del mercato turistico».

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community