Alghero, ripulite in tempo record le rocce imbrattate dai vandali

La vernice nera sulle pietre di Capo Caccia tolta dalla task force messa in campo dal Parco con l'accordo del Comune

ALGHERO. A tempo di record e con un'operazione a bassissimo impatto ambientale, il Parco di Porto Conte ha eliminato l'opera di discutibilissimo valore artistico e di pessimo senso civico realizzata da uno pseudo artista al belvedere di Capo Caccia. La roccia calcarea griffata dallo scarsissimo talento di ignoti è di nuovo bianca. Il Parco, d'accordo col Comune, ha messo su una task force composta da una squadra di propri manutentori con la consulenza di una ditta specializzata in sabbiature, che ha eseguito l'opera di ripulitura.

leggi anche:

«Non potevamo rimanere fermi di fronte a questo oltraggio per un luogo simbolo di tutta la Riviera del Corallo», spiega il direttore di Casa Gioiosa, Mariano Mariani. «Abbiamo messo subito in campo una squadra, trovando una valida collaborazione nella ditta Edil Barry di Simone Barecca», prosegue. «Indignato per quello scempio, l'imprenditore si è offerto di eseguire gratuitamente l'intervento sulle rocce imbrattate - racconta - si è messo a disposizione della collettività, restituendo al loro splendore le rocce del belvedere».

Certo, osserva lapalissianamente Mariano Mariani, «sarebbe stato meglio che il fatto non succedesse». Ma, aggiunge, «Siamo soddisfatti per aver rimediato in tempi ragionevoli alla deturpazione». A maggior ragione, conclude, «in questo periodo in cui il belvedere è invaso di visitatori e questa azione vandalica certamente avrebbe nuociuto all'immagine del nostro territorio protetto». Dopo aver usato parole di fuoco appena appreso di quell'atto vandalico, il sindaco Mario Conoci gioisce pubblicamente. Lo fa anche attraverso la sua pagina facebook "politica". «È stato restituito un prezioso bene alla comunità - scrive il sindaco - lo scempio sul belvedere di Capo Caccia è stato eliminato». Conoci ringrazia «i cittadini per la segnalazione, "La Nuova Sardegna" per l'evidenza data al fatto e il Parco di Porto Conte per la rapidità dell'intervento». L'ultimo messaggio è un avvertimento per «chi non rispetta i luoghi pubblici: questa amministrazione si impegnerà con la massima attenzione perché questi atti non restino senza conseguenze». (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community