ResPublica: l’ex caserma è già degli algheresi

Stop alle polemiche, domani le associazioni presenteranno alla città il primo Distretto della creatività

ALGHERO. «L’ex caserma è già stata restituita agli algheresi». Stop polemiche e strumentalizzazioni. A mettere il punto sullo scontro aizzato da Eugenio Zoffili, parlamentare della Lega e proconsole in Sardegna di Matteo Salvini, sono una «moltitudine di associazioni, gruppi, collettivi e singoli» che in fondo, semplicemente, «auspica di continuare a lavorare serenamente al progetto e ai suoi futuri sviluppi». Per chi si fosse perso qualche passaggio o non avesse abbastanza informazioni su cosa succeda realmente lì dentro, «domani alle 18.30 in piazza Pino Piras le associazioni assegnatarie dei locali dell’ex caserma incontreranno la città e presenteranno il primo “Distretto della creatività di Alghero” e la “Dichiarazione di uso civico di bene comune”, che segue la seconda edizione del bando pubblico». Come puntualizzano i diretti interessati dopo essersi sentiti coinvolgere in una querelle politica che non li appassiona per niente, «il Distretto della creatività è l’evoluzione di quel percorso di rivendicazione degli spazi pubblici come beni comuni urbani, aperti e fruibili iniziato col progetto ResPublica e che oggi si concretizza in una “Dichiarazione di uso civico di bene comune” alla base di una gestione condivisa dalle associazioni che si sono aggiudicate i bandi».

Le realtà incluse sono Alive Sardegna, Asce, Malerbe – Casa di autoproduzione, Orcumarì, Sardegna Solidale, Tricirco, Spazio T, Rete delle donne, Lipu, Unicef, Ute e una serie di collettivi, gruppi e partner formali e informali che collaborano «per garantire la fruibilità, l’inclusione, l’imparzialità, l’accessibilità e l’autogoverno di uno spazio, restituito alla comunità algherese, che proseguirà il suo processo di rigenerazione». Insomma, è l’ultima sottolineatura, «è un progetto nato ad Alghero, per Alghero, con uno sguardo e una operatività che si rivolgerà anche “oltre l’isola” per slegarsi da sterili
strumentalizzazioni politiche, fondate su argomenti falsi e diffamatori, a discapito della comunità e di quelle associazioni impegnate da sempre sul territorio e che si riconoscono nel “distretto” come un progetto unitario di grandissimo valore, sociale e culturale». (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community