Lega, tre consiglieri sbattono la porta

Polo, Pulina e Monti scontenti delle scelte sulla giunta vanno nel gruppo misto

ALGHERO. Ad Alghero i tre consiglieri comunali eletti nelle file della Lega hanno abbandonato il partito del vicepremier Matteo Salvini e deciso di comporre il Gruppo misto. Leonardo Polo, Monica Pulina e Giovanni Monti denunciano la «mancanza di dialogo e di democrazia».

In pratica non ci sarebbe stata concertazione sulle scelte del partito in vista della composizione della giunta guidata da Mario Conoci, che nonostante l’imprevisto punta a presentare l’esecutivo al completo entro il giorno dell’insediamento del consiglio: lunedì 15 luglio alle 18.

Ma un conto è dire che nella Lega non c’è democrazia, un altro conto è dire che «un signore, le cui cariche politiche mi sono ancora ignote, il giorno dopo le elezioni si è rivolto a me dichiarando testualmente “da oggi tu farai quello che dico io”, rendendo subito chiaro che le mie libertà di azione erano nulle».

Giovanni Monti, operatore balneare, portato in consiglio comunale dal Carroccio grazie ai voti ottenuti per le sue battaglie sulla posidonia spiaggiata, non ci sta. Sembra quasi che sia la scelta sua, di Pulina e di Polo a rallentare la nascita della giunta. «Desidero solo adoperarmi per il cambiamento», precisa. «Ho faticato a credere che quelle fossero le posizioni della Lega, ma davanti al silenzio e al mancato dialogo non si può tollerare oltre». L’indiziato principale del suo affondo resta ignoto, ma Monti un nome lo fa: è quello del presidente del consiglio regionale, Michele Pais.

«Non è intervenuto tempestivamente per mediare e risolvere le gravi ingerenze – accusa – il suo silenzio è stata un’assenza politica che ha inciso». Per ora la protesta è congelata e la Lega avrà il suo assessore: sarà Giorgia Vaccaro, leghista “della prima ora” ad Alghero, o Gabriella Fadda, gradita alle gerarchie del partito. Forza Italia avrà due assessorati e potrebbe indicare due donne, Giovanna Caria e Lina Bardino, ma quest’ultima potrebbe lasciar posto a uno tra Antonello Peru, avvocato algherese, Gennaro Monte, imprenditore alberghiero, o Ferdinando Manconi, agronomo e urbanista. Fratelli d’Italia ha scelto Marco Di Gangi, che punta al Turismo, di cui si è occupato in passato come assessore provinciale. L’Udc indicherà Lelle Salvatore, avvocato e segretario cittadino, come presidente del consiglio. I Riformatori sembrano sempre più orientati su Andrea Montis, militare di stanza alla guardia costiera di Alghero. Sicura per Noi con Alghero anche Maria Grazia Salaris, ma il progetto civico chiede
un posto anche per Antonello Muroni. La richiesta imbarazza Mario Conoci, che vuole un posto per il Psd’Az: Lavori pubblici per Tore Pintus, uomo forte del partito in città, o Turismo per Mario Medde, ex commissario dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Alghero. (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community