MediterranEu scopre i vincitori

Oggi la selezione delle migliori idee di giovani della Rumundu Academy sull’innovazione sostenibile

ALGHERO. Da Alghero a San Francisco sull’onda dell'innovazione sociale. Oggi si conosceranno le tre idee vincitrici del progetto MediterranEu, l’iniziativa che per un anno ha visto impegnati trenta giovani sardi nella progettazione e costruzione di altrettante attività imprenditoriali ad alto tasso di sostenibilità. Il progetto è stato finanziato dalla Fondazione Terzo Pilastro Internazionale con la collaborazione del Comune di Alghero, di Rondine Cittadella della Pace, della Fondazione Alghero, del Parco naturale regionale di Porto Conte e il patrocinio dell’assessorato regionale della Cultura. A partire dalle 9.30 nella sala conferenze della Fondazione Alghero, al Quarter di largo San Francesco, i dodici finalisti presenteranno i loro lavori, frutto del percorso di incubazione seguito all’interno della Rumundu Academy.

Tutti i partecipanti, attraverso un’autovalutazione, decideranno i vincitori che avranno l’opportunità di fare un’esperienza a San Francisco, considerata una delle capitali mondiali dell’innovazione. Parallelamente a questo percorso, dodici ragazzi provenienti da zone di conflitto dopo la laurea e un master tra l’Università di Pavia e la Sant’Anna di Pisa hanno definito il piano di impresa per dodici progetti da sviluppare nei Paesi di origine, tra i quali ci sono anche Mali, Israele, Palestina e Medio Oriente.

All’evento parteciperanno il sindaco, Mario Conoci, il presidente del consiglio regionale, Michele Pais, l’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, il presidente della Fondazione Alghero, Massimo Cadeddu, e il direttore del Parco naturale regionale di Porto Conte e dell’Area marina protetta di Capo Caccia – Isola Piana. È prevista anche la presenza di alcuni ospiti che sono stati fondamentali per la riuscita dell’iniziativa: Valentina Pierucci in rappresentanza di Rondine Cittadella della Pace, Alessandra Taccone per la Fondazione Terzo Pilastro Internazionale, il presidente della Camera di Commercio del Nord Sardegna, Gavino Sini, e Dario Carrera dell’Impact Hub di Roma.

Non più tardi di alcuni mesi fa Alghero è stata l’incubatrice in cui sono nati i nuovi “leader di pace”. A Capo Caccia, nella sede della Rumundu Academy, sono stati ospitati i ragazzi di Rondine, borgo in provincia di Arezzo specializzato da anni nel far convivere e studiare i giovani provenienti da aree tormentate da guerre e lotta. In dieci si sono ritrovati ad Alghero per scrivere insieme progetti imprenditoriali da sviluppare nei Paesi di appartenenza.

I ragazzi – provenienti da Georgia, Libano, Mali, Serbia, Burkina Faso, Armenia, Azerbaijan e altri Stati – hanno ideato interventi nel campo ambientale, turistico, scolastico e sociale, con una particolare attenzione all’eco-sostenibilità e alla capacità di ricucire comunità lacerate da guerre o crisi economiche.


Anche questo è MediterranEu, nato da un’idea di Stefano Cucca, ideatore e animatore della Rumundu Accademy, grazie alla quale Alghero si sta ritagliando un ruolo importante nella mappa dei principali centri al mondo dediti all’innovazione sociale e all’imprenditoria giovanile.

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community