rumundu academy 

Da Alghero alla Silicon Valley per progettare la città del futuro

ALGHERO. Uno spazio pubblico dove studiare e fare attività extrascolastiche. Con questa idea un gruppo di giovani algheresi si è aggiudicato la possibilità di fare un’esperienza formativa sull’innovaz...

ALGHERO. Uno spazio pubblico dove studiare e fare attività extrascolastiche. Con questa idea un gruppo di giovani algheresi si è aggiudicato la possibilità di fare un’esperienza formativa sull’innovazione sociale e tecnologica nella Silicon Valley. Nei giorni scorsi al Quarter si è tenuto l’evento conclusivo di MediterranEU, il percorso formativo che per un anno ha visto impegnati trenta giovani sardi nella progettazione e costruzione di attività imprenditoriali ad alto tasso di sostenibilità. I giovani, tra i 16 e i 19, anni hanno appreso le tecniche del project cycle management che consente di trasformare la realtà analizzando i problemi e costruendo soluzioni. I partecipanti si sono concentrati su alcune emergenze del territorio algherese: l’assenza di spazi pubblici polifunzionali e di un ostello per i giovani, la presenza di posidonia spiaggiata che interferisce con il turismo, la carenza di ormeggi nell’Area Marina Protetta. I giovani si sono concentrati sui problemi e su un’idea progettuale in grado di superarli valutando l’impatto, il target di riferimento e le azioni per raggiungere i risultati. MediterranEU ruota intorno alla Rumundu Academy di Porto Conte fondata dal manager Stefano Cucca. «Il Mar Mediterraneo oggi è considerato una frontiera dove alzare dei muri – spiega Cucca – noi vogliamo rilanciarlo come luogo di incontro e scambio, sfruttandolo per formare una nuova generazione di giovani capaci di innovare e far crescere il territorio mettendo insieme innovazione, arte e cultura, ambiente, urbanistica e sociale, in sintonia con le comunità locali». Ai lavori sono intervenuti tra gli altri il sindaco Mario Conoci, che ha ringraziato i giovani per il loro impegno e il presidente del consiglio regionale, Michele Pais, che ha manifestato la disponibilità dell’assemblea a sostenere progetti giovanili di innovazione. Il direttore del Parco
di Porto Conte, Mariano Mariani, ha rivendicato il ruolo di facilitatore nei processi di innovazione, mentre Gavino Sini, presidente della Camera di Commercio del Nord Sardegna, ha sottolineato l’importanza dell’innovazione sociale per ricostruire il senso di comunità. (g.m.s.)

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community