Traffico di droga ad Alghero: nel giro anche un noto imprenditore e un poliziotto

Quindici misure cautelari disposte dalla Procura di Sassari ed eseguite dagli agenti del commissariato

leggi anche:

ALGHERO.
Un noto imprenditore accusato di gestire il traffico su Alghero e che si riforniva spesso a Cagliari, con una certa tranquillità perché il suo amico poliziotto, sempre secondo le accuse, lo informava quando correva il rischio di una perquisizione domiciliare.

Il giro è venuto fuori nell'indagine avviata dal commissariato di Alghero col coordinamento della Procura di Sassari e oggi 31 luglio sono state eseguite 15 misure cautelari in carcere e agli arresti domiciliari. I dettagli dell'indagine sono stati forniti durante una conferenza stampa alle 11.30 nell'Aula Palatucci della questura di Sassari.

Fra gli arrestati l'imprenditore, Corrado Usai, 56 anni, titolare di un rimessaggio barche, il poliziotto in servizio al commissariato di Alghero, Pasqualino Dimaio, 54 anni, originario di Milano, il presunto pusher cagliaritano, Francesco Porceddu, 42 anni, ora rinchiuso nel carcere di Uta, mentre tutti gli altri sono reclusi a Bancali (Luca Fiori)

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community