Alghero, il Ferragosto dei cafoni: 150 multe

Rifiuti abbandonati e campeggiatori abusivi a Maria Pia e nell’area verde di viale Primo Maggio

ALGHERO. Sole e mare, ma anche qualche caso di maleducazione. Capita, a Ferragosto, ma questa volta contro i cafoni sono scattate le multe. Centocinquanta, per la precisione, e d’ora in poi sarà la regola.

Lo si capisce facendo un bilancio della grande festa di mezz’agosto con i rappresentanti del Comune. «È stato – dicono – un Ferragosto nel rispetto della tradizione, con la città che ha accolto un’affluenza imponente sopraTtutto per lo spettacolo dei fuochi».

«Una festa – spiegano nel quartier generale dell’amministrazione comunale – che ha avuto uno svolgimento in piena serenità, grazie alla presenza delle forze dell’ordine impegnate senza sosta. Polizia locale, compagnia barracellare, in coordinamento con carabinieri, guardia di finanza, polizia, hanno attuato una presidio costante sul territorio in perfetto coordinamento».

Nei giorni che hanno preceduto il clou della stagione, il sindaco Conoci aveva chiesto, anche a nome di tutta la Giunta comunale, la tutela delle aree più delicate, specialmente la pineta di Maria Pia, area di pregio ambientale, delicata, ma spesso a rischio di frequentazioni improprie.

Nonostante il bilancio positivo del ferragosto algherese, si sono riscontrate le criticità, specialmente nella pineta di Maria Pia, dove si sono registrate le presenze più numerose di campeggiatori abusivi, e con loro anche il ricorrente abbandono di rifiuti. Nella area verde di viale Primo Maggio e nel territorio costiero sono state oltre 150 le sanzioni elevate per diversi illeciti, dal divieto di sosta in aree boscate e pinetate, al campeggio abusivo, all’abbandono di rifiuti.

Sequestrate una decina di tende da campeggio, effettuati interventi a tutela delle dune e del patrimonio boschivo.

E’ il bilancio che si presenta ciclicamente nell’ambito della lotta agli incivili nella Riviera del Corallo.

Tutela della sicurezza e prevenzione di atti vandalici, sono gli obbiettivi perseguiti nel corso dei giorni più intensi della stagione nei quali c’è stata una presenza costante sul territorio da parte di vigili urbani e barracelli ( questi ultimi impegnati in tutta la giornata fino alle 5 del mattino). La protezione della pineta di Maria Pia da comportamenti incivili e da chi non ha rispetto per l’ambiente è tra le azioni in programma da parte dell’amministrazione di Mario Conoci.

«Certamente da ripensare l’utilizzo e la fruizione di uno dei sistemi dunali più pregiati, della spiaggia e della pineta – spiega il primo cittadino – L’obbiettivo è quello di trovare forme di gestione più adeguate e in grado di garantire la sostenibilità ambientale e l’utilizzo da parte di tutti, cittadini, visitatori e imprese del settore».

Prosegue intanto l’azione di prevenzione e repressione
dei comportamenti dannosi per l’ambiente, l’attenzione resta alta anche in questi giorni, sia con la presenza sul campo a salvaguardia delle spiagge e delle pinete, sia con le altre attività di controllo sull’igiene urbana coordinate dall’assessore all’Ambiente Andrea Montis.



TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community