Alghero, è scontro aperto sui conti della Fondazione Meta

Forza Italia: pronti a cambiare pagina, ereditata una situazione disastrosa. Mario Bruno: lasciato un bilancio sano, con patrimonio e liquidità in crescita

ALGHERO. Botta. «Fondazione Meta è stata messa in ginocchio dalla sconsiderata e disastrosa gestione Bruno-Esposito, siamo pronti a cambiare pagina per Alghero».

E risposta. «L’amministrazione Bruno ha lasciato il bilancio della Fondazione Alghero sano, con patrimonio, liquidità e valore della produzione cresciute e una ricca eredità, perciò i forzisti la smettano di chiacchierare sul nulla e si mettano a lavorare». Forza Italia e Per Alghero non sono d’accordo su niente. Neanche sul nome della fondazione partecipata dal Comune cui spetta il compito di realizzare le politiche culturali dell’amministrazione attraverso gli incassi delle grotte di Nettuno, gestendo il polo museale e gli spazi espositivi e organizzando gli eventi clou del cartellone annuale. Mentre la struttura del Quarter aspetta di conoscere i nuovi vertici e l’attuale consiglio di amministrazione attende di sapere di che morte deve morire, le due principali forze di maggioranza e opposizione se le danno di santa ragione.

A dare fuoco alle polveri sono gli azzurri. «Gli accoliti dell’amministrazione hanno lasciato la Fondazione senza un euro e con impegni di spesa già per tutto quest’anno, ma continuano a fare una bislacca propaganda pro-domo loro», è la bordata scagliata dal partito di Marco Tedde.

«Forza Italia maschera la sua incapacità politica con la sindrome dello specchietto retrovisore, attaccando chi c’era prima, è chiaro che l’obiettivo è il sindaco Mario Conoci, che non riesce a trovare la quadra per comporre i cda delle partecipate», è la replica al curaro del listone civico guidato da Mario Bruno.

Dalla furia della polemica è esentato il presidente Massimo Cadeddu. Anche se «subisce un’incoronazione perfino esagerata e che rasenta la presa in giro per atti dovuti, che dovevano già essere definiti da tempo e che per l’irresponsabilità di Mario Bruno e Gabriella Esposito sono stati rinviati fino a fine mandato», è l’accusa del partito che si appresta a indicare il nuovo presidente e a raccogliere quella che definisce «una delle tante pesanti eredità della loro pessima amministrazione». Affermazioni rispedite al mittente. «Sete di potere e poco volontariato da quelle parti, e allora con chi se la prendono?», si chiedono quelli di Per Alghero. «Con chi gli ricorda le loro boutade elettoralistica e gli fa presente che la stagione invernale è alle porte e non c’è traccia di programmazione alcuna». In disaccordo su tutto, Forza Italia e Per Alghero non si incontrano neanche sui numeri. «La
condizione in cui è stata lasciata la Fondazione ha comportato l’assenza di manifestazioni estive all’altezza», è la versione dei teddiani. «Il bilancio della Fondazione è sano, con circa 1 milione di euro di liquidità, e notevole è il valore della produzione», è la replica dei bruniani.

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community