Alghero, un progetto “green” per rilanciare Maria Pia

L’idea di una società milanese presentata al sindaco Conoci darebbe lavoro a più di 200 addetti

ALGHERO. Un progetto per Maria Pia, basato su criteri di sostenibilità ambientale e innovazione energetica, nel massimo rispetto della qualità paesaggistica del sito. La proposta, contenuta in un progetto già passato al vaglio degli uffici comunali, ritorna in Comune con una lettera arrivata a metà luglio sul tavolo del sindaco Conoci e dell’assessore all’urbanistica Piras da parte della Airamsocietà consortile di Milano.

L’iniziativa, che ha ottenuto una manifestazione di interesse da parte di un primario gruppo di Hotellerie internazionale, creerebbe in fase di realizzazione un’occupazione di 3-400 addetti in fase di costruzione e di 200-250 addetti in fase di esercizio. «L’intervento proposto – spiegano i rappresentanti della società milanese – rappresenta la più rilevante iniziativa di valorizzazione turistica nel territorio algherese, ma per diverse traversie, pur istruito positivamente dagli uffici comunali, non è ancora stato dichiarato di “pubblico interesse”, come la normativa prevede per il proseguo di questo tipo di iniziative». Per questo motivo la società Airam si è rivolta al primo cittadino.

«Favorevolmente colpiti dalle sue recenti dichiarazioni sulla assoluta priorità da dare allo sviluppo turistico della città –hanno scritto gli imprenditori milanesi – ci permettiamo di sottoporre alla sua attenzione l’urgente e non più procastinabile completamento del procedimento». In attesa di un incontro con il sindaco per illustrare di persona le peculiarità del progetto innovativo il presidente della Airam ha ricordato al sindaco che il progetto è stato elaborato da un qualificato gruppo internazionale di progettazione (professor Andreas Kipar, architetti Alfonso Femia, Paolo Viola etc.) affiancato da esperti di analisi finanziari e commerciali.

«Il segmento di offerta in cui si colloca il progetto – spiega il presidente di Airam, Andrea Silipo – promette di restituire ad Alghero quella posizione di

destinazione turistica di “prima classe” che la città ha avuto sino ad un recente passato e che rischia di perdere definitivamente in mancanza di un impegno congiunto delle forze imprenditoriali, sociali e politiche cittadine in progetti di standard adeguato».


 

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro