Femminicidio ad Alghero, le donne in piazza per Michela

Giovedì sit-in silenzioso davanti al palazzo di giustizia dove si apre il processo per l'omicidio del 23 dicembre scorso

ALGHERO. Giovedì saranno davanti a Palazzo di giustizia, a Sassari. Dove, nell’aula del giudice per le udienze preliminari, prende il via il processo per il femminicidio di Michela Fiori, uccisa dal marito dal quale si stava separando, la sera del 23 dicembre dello scorso anno. “Loro” fanno parte della Rete delle Donne di Alghero, che nel processo a carico di Marcello Tilloca, il presunto assassino di Michela Fiori, si sono costituite parte civile.

Un delitto che, nell’antivigilia dello scorso Natale, aveva sconvolto la comunità algherese. Che però aveva reagito con una serie di iniziative a favore dei figli della coppia. «La Rete delle donne di Alghero chiede giustizia per Michela Fiori, strangolata dal marito la sera del 23 dicembre 2018 – si legge nell’appello diffuso nei giorni scorsi –. Invitiamo tutti a partecipare al sit-in silenzioso davanti al tribunale di Sassari, in concomitanza con il processo che si terrà con rito abbreviato e a porte chiuse».

«È la prima volta che, in Sardegna, un’associazione di donne si costituisce parte civile in un processo di femminicidio – sottolinea la Rete delle Donne di Alghero – ed è necessario far sentire la nostra presenza, la nostra solidarietà, e tutta la nostra forza, in tutti i modi possibili, affinché le donne vittime di violenza non siano e non si sentano più sole, e trovino la forza di denunciare. Noi ci saremo».

Non è certo la prima volta che la Rete delle Donne si mobilita per tenere alta l’attenzione sull’omicidio di Michela Fiori. Proprio la Rete delle Donne era stata fra le associazioni più attive nelle iniziative a favore dei figli di Michela Fiori e fra le promotrici delle manifestazioni di solidarietà, culminate nella fiaccolata della sera di Natale che partendo dall’abitazione della donna, aveva
attraversato la città.

Ora la Rete delle Donne, con la manifestazione di giovedì, vuole sottolineare anche il valore della decisione del tribunale che aveva accolto la richiesta di costituzione di parte civile nel processo a carico di Marcello Tilloca.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Alghero Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community