Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

La Brigata Sassari è tornata a casa, lacrime ed emozione all'arrivo ad Alghero

ALGHERO. I Diavoli rossi della Brigata Sassari sono tornati in Italia. Dopo sei mesi di addestramento, consulenza e assistenza a favore delle forze di sicurezza locali nella regione ovest dell'Afghanistan, il Comando, la Bandiera di Guerra e il personale del 152° reggimento sono atterrati in tarda mattinata all'aeroporto militare di Alghero. I Sassarini, agli ordini del generale di brigata, Gianluca Carai, hanno tenuto per 180 giorni il comando del Train Advise Command (Taac-West), presente a Herat nell'ambito della missione Nato Resolute Support (Rs). Comando di missione che i Diavoli rossi hanno lasciato ieri nelle mani della Brigata Pinerolo. Il 152° Reggimento nei sei mesi di operazioni in Afghanistan ha ottenuto ottimi risultati e portato a termine importanti progetti in collaborazione con le istituzioni militari e civili locali (foto Francesca Salaris)

La Brigata Sassari è tornata a casa, lacrime ed emozione all'arrivo ad Alghero