Cugini 77enni si picchiano coi forconi per un terreno conteso

Gesico, uno è rimasto ferito, i due anziani sono stati separati dai vicini richiamati dalle urla

GESICO. Da diverso tempo si contendono la proprietà di un terreno dell’estensione di poco di cinquecento metri quadrati situato nella via Vittorio Emanuele nei pressi del palazzo municipale. Questa mattina alle prime luci dell’alba, dopo l’ennesima animata discussione, sono passati dalle parole ai fatti e se le sono date di santa ragione. Protagonisti dell’episodio sono stati Angelo Zedda e Saverio Zedda, due cugini settantasettenni di Gesico, il centro della Trexenta, noto come “città delle lumache e paese delle sette chiese” , entrambi celibi e pensionati.

A provocare il nuovo diverbio sarebbe stata la decisione di Angelo Zedda, che ha in uso il terreno, di metterlo in vendita, così come si evince da un cartello ben visibile e leggibile che ha sistemato nei giorni scorsi all’ingresso.

Saverio Zedda, che ne reclama la proprietà , non avendo gradito la decisione, di buon mattino si è recato nel terreno conteso che il cugino con il trattore si apprestava ad arare.

Saverio Zedda ha prima minacciato il cugino e poi lo ha percosso violentemente con un forcone. La litigata avrebbe potuto avere conseguenze gravissime se non fossero intervenuti alcuni vicini allertati dalle urla dei due cugini. Questi sono riusciti a separare i due contendenti e a ristabilire la calma.

Ad avere la peggio è stato Angelo Zedda. L’uomo è stato soccorso è trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Giuseppe di Isili. I medici

gli hanno assegnato una prognosi di trenta giorni salvo complicazioni.

Sul fatto stanno indagando i carabinieri della stazione coordinati dal comandante il maresciallo Daniel Natali. Questa mattina Angelo Zedda si recherà in caserma per sporgere formale denuncia per lesioni e minacce.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller