Sinnai

Muore in campagna, gli animali lo sfigurano

Giosuè Orrù, 70 anni, dopo cena era andato nell'ovile. Il medico legale ha accertato che il pensionato è deceduto per un arresto cardiocircolatorio

SINNAI. Giosuè Orrù, un allevatore di 70 anni di Sinnai, incensurato e coniugato, domiciliato nella frazione di Solanas, è stato trovato cadavere questa mattina nei pressi del suo ovile, in località “ Su Punteddu “, da un cercatore di funghi che ha allertato il 112.

Sul posto si sono precipitati i carabinieri della stazione di Maracalagonis, guidati dal comandante il maresciallo Donato Lopez, seguiti subito dopo dai colleghi del nucleo operativo della compagnia di Quartu Sant’Elena.

L’uomo dopo aver cenato con i familiari, martedì notte, si era recato nell’ovile, come era solito fare quasi tutte le sere, per accudire il bestiame che allevava per arrotondare la magra pensione. Il corpo del pensionato aveva una ferita sul capo e alcune lacerazioni. Per questi motivi in un primo tempo si è pensato che fosse stato ucciso.

Il dubbio è durato poco ed è stato fugato dal medico legale dell’Asl che ha eseguito la ricognizione cadaverica. A provocare la morte di Giosuè Orrù, sofferente di cuore, è stato un arresto cardiocircolatorio. E’ stato accertato anche che a provocare la ferita

è stata la caduta.

Dopo la morte, il pensionato è stato addentato da un cane randagio che gli ha inferto le lacerazioni. Il magistrato di turno, Andrea Massidda, ha disposto la restituzione della salma ai familiari per il funerale che sarà celebrato giovedì pomeriggio a Sinnai.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community