Muravera

Il luogotenente Padiglia saluta la "sua" Muravera

Dopo 36 anni di servizio in pensione il comandante della stazione, assume l'incarico il maresciallo Stefano Tuveri

MURAVERA. Dopo 36 anni di onorato servizio, va in pensione il luogotenente Angelo Padiglia, comandante della stazione carabinieri di Muravera. Nato a Vallermosa nel 1960, il paese dell’iglesiente dove il padre Gavino, originario di Olmedo, brigadiere dei carabinieri prestava servizio, si è arruolato nella benemerita il 20 settembre del 1978.

Dopo aver frequentato le scuole sottufficiali di Velletri e Firenze, è stato assegnato nel 1980 al battaglione mobile della prima stazione di Genova. Nel 1984 è stato trasferito alla stazione di San Basilio e ha comandato la squadriglia di Goni. Nel 1985 è stato trasferito d’ufficio nella stazione di Muravera dove ha prestato servizio sino al 1992. Successivamente è stato assegnato alla stazione di San Vito e ha ricoperto sino al 1996 la carica di comandante del nucleo operativo e radio mobile. Dal 1996 al 1998 è stato comandante della stazione di Villasalto e dal 1998 al 2012 di quella di San Vito. Durante questo periodo è stato diverse volte comandante ad interim della compagnia del Sarrabus . Dal febbraio del 2013 comandava la stazione di Muravera.

Il luogotenente Padiglia ha ricevuto numerosi attestati di stima. Si è particolarmente distinto nel 1980 nel prestare soccorso alle popolazioni dei paesi dell’Irpinia devastati dal funesto terremoto e nel 1986 durante l’alluvione che colpì i paesi del Sarrabus e provocò tre vittime. Ha attivamente partecipato alle indagini sull’omicidio di Ottavio Corona l’impiegato della filiale di Castiadas del Banco di Sardegna e sulla scomparsa dell’imprenditore di Villaputzu Giuseppe Porcu.

Tra i suoi superiori ricorda con particolare affetto e riconoscenza il maresciallo Sisinnio Porcu . “Gli devo tantissimo- sottolinea- oltre che essere stato, infatti, un secondo padre mi ha praticamente insegnato come comportarmi e muovermi e, soprattutto, come rapportarmi con la gente “ .

Angelo Padiglia oltre che un carabiniere ligio al dovere è stato anche un buon calciatore. Ha giocato nelle giovanili dell’Ardauli, poi nell’Oregina, una squadra di Genova, nel San Basilio, nel Muravera e nell’As 86 Villaputzu. Dopo aver appeso le scarpe al chiodo è rimasto nell’ambiente calcistico e ha fatto con successo l’allenatore. Ha vinto il campionato di terza categoria con l’As 86 Villaputzu ( 92-93 ), il San Basilio ( 2003- 2004 ), e il San Vito ( 2006-2007 ), quello juniores ( 1998-99 ) con il Muravera e quello di prima categoria con il San Vito ( 2013-14 ).

Nel 2012- 13 è stato per alcuni mesi presidente del Castiadas calcio ( eccellenza regionale ). Angelo Padiglia dice di non avere rimpianti e di aver svolto sempre con dedizione e impegno il suo lavoro. Il nuovo comandante della stazione carabinieri di Muravera è il maresciallo Stefano Tuveri.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller