Iglesias, divulgare la scienza: studentessa finalista al concorso della Normale

Elisabetta Lombardo del liceo Asproni è una dei cinque classificati italiani che andrà alla prestigiosa Scuola di Pisa per vivere l'esperienza "Un giorno da ricercatore"

IGLESIAS Una studentessa del liceo scientifico “Asproni” di Iglesias ha vinto un concorso alla Normale di Pisa dove vivrà l'esperienza “Un giorno da Ricercatore”. Elisabetta Lombardo, 17 anni, terza liceo, è l'unica sarda e una dei cinque studenti finalisti del concorso Virtual Immersions in Science, selezionati in tutta Italia nel programma di divulgazione scientifica della Scuola Normale Superiore.

“Non mi aspettavo questo risultato, è un'importante esperienza e non escludo che nella ricerca possa esserci il mio futuro lavorativo”, ha spiegato Elisabetta Lombardo che si prepara a volare a Pisa il prossimo 29 maggio. Il concorso prevedeva l'elaborazione di un articolo di divulgazione scientifica. I migliori elaborati, complessivamente erano 340 da tutta Italia, sono stati esaminati e scelti lo scorso 6 maggio, da una commissione di esperti della Scuola, tutti docenti e ricercatori.

L'articolo della studentessa iglesiente riguardava una recente scoperta scientifica sulla mappatura delle cellule cerebrali. Elisabetta Lombardo è arrivata tra i venti finalisti insieme ai suoi compagni di classe, Andrea Persico e Lisa Porcu seguiti in questo concorso dalla professoressa di lettere Elisabetta Carta. In una seconda fase la commissione ha proclamato i cinque vincitori del concorso ed è stata scelta Elisabetta che per un giorno seguirà un gruppo di ricerca della Scuola, in un ambito a scelta tra fisica

delle particelle, archeologia e cosmologia. Un' opportunità formativa nell''importante università italiana dove studiò il fisico Enrico Fermi, il poeta Giosuè Caducci e il presidente emerito della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare