Nurri, pistola nascosta in casa, arrestato un 43enne incensurato

I carabinieri della Compagnia di Isili indagano per accertare se l'arma sia stata usata da malviventi per commettere rapine o altri reati

NURRI. Stefano Lai, un operaio celibe, incensurato, di 43 anni è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Orroli coadiuvati dal nucleo cinofili del comando provinciale di Cagliari per detenzione di arma e munizioni clandestine e ricettazione.

I militari nel corso di un apposito servizio a fini preventivi disposto dal capitano Paolo Bonetti, comandante della compagnia di Isili, hanno rinvenuto e sequestrato a Nurri, nell’abitazione dell’uomo, una pistola semiautomatica, fabbricata in uno dei Paesi dell’Est Europa, perfettamente funzionante con il numero di matricola cancellato e diverse munizioni calibro 7,65.

L’operaio, al termine delle formalità di rito è stato associato, così come disposto dal magistrato di turno, il pm Maria Grazia Genoese, è stato associato al carcere di Uta a disposizione dell’autorità giudiziaria. I carabinieri della stazione di Orroli e della compagnia di Isili hanno intanto avviato le indagini per appurare la provenienza dell’arma clandestina e se la stessa sia stata usata in qualche atto delittuoso.

Un anno i carabinieri della stazione di Orroli avevano arrestato per il medesimo grave reato una donna residente a Nurri.

“Ci stiamo adoperando- ha sottolineato il capitano Bonetti per porre fine al grave fenomeno della detenzione di armi clandestine che, come testimoniano i fatti avvenuti qualche giorno fa a Napoli, sono spesso il preambolo di più gravi fatti delinquenziali che attentano la sicurezza pubblica”.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community