Carbonia, si scava a Monte Sirai e Sulky: biotecnologie in aiuto all'archeologia

Studenti dall'università di Sassari e da Bologna, Barcellona, Siviglia, Nantes e Lima per il campo pratica di mattina e la summer school di sera

CARBONIA. I siti fenicio punici di monte Sirai a Carbonia e di Sulky a Sant'antioco sono nuovamente all'attenzione degli studiosi. Sono iniziati infatti i lavori della consueta missione archeologica. I lavori riguardano una porzione dell'area abitativa della città di Sulky-Sant’Antioco, la cosiddetta Area del Cronicario, e diversi settori dell’acropoli e della necropoli di Monte Sirai.

I lavori, diretti da Michele Guirguis e coordinati sul campo dagli archeologi Gabriele Carenti, Rosana Pla Orquín, Elisa Pompianu e Antonella Unali, accoglieranno un nutrito numero di studenti provenienti dall’Università di Sassari e da altri Atenei italiani e stranieri (Bologna, Barcelona, Sevilla, Nantes, Lima), cui si uniranno i ragazzi dei locali Licei di Carbonia e di Sant’Antioco. Alle attività sul terreno faranno seguito le conferenze serali della IX Summer School di Archeologia Fenicio-Punica che si terranno prevalentemente i venerdì alle 19 nell’Aula Consiliare di Sant’Antioco.

Quest'anno grazie alla collaborazione instaurata con la Soprintendenza, verrà attivato un cantiere di bioarcheologia dove gli specialisti interverranno in condizioni di isolamento per non contaminare i reperti organici delle tombe e dei sedimenti, che verranno così analizzati dal alla ricerca dei profili biologici conservati nel terreno, secondo la formula già adottata per indagare le sepolture di Monte Prama.

Quest'anno iI

lavori potranno essere seguiti anche attraverso l’apposita pagina Facebook della Missione Archeologica a Sulky e a Monte Sirai, dove la direzione dei lavori inserirà aggiornamenti in tempo reale sui risultati dello scavo, nell’ottica di un’ancora più ampia condivisione con le comunità locali.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community