Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Fucilata nella notte vicino al cimitero: feriti tre giovani diretti alla festa

Una pattuglia dei carabinieri (foto archivio)

Tragedia sfiorata a Genuri dove un ignoto ha scambiato i tre ragazzi (due minorenni) per ladri di bestiame e ha rischiato di ucciderli

GENURI. Una fucilata a pallini contro tre ragazzi (di cui due minorenni) scambiati probabilmente per ladri di bestiame mentre di notte e a piedi percorrevano una stradina di campagna per raggiungere un paese vicino dove era in corso la festa patronale. I pallini, sparati da una distanza di circa 50 metri, hanno colpito i tre giovani in varie parti del corpo senza però procurare gravi danni. Per tutti due giorni di cure.

È accaduto poco dopo la mezzanotte di oggi (giovedì 18 agosto 2016) a Genuri, paese al confine fra le province di Cagliari e Oristano. I tre giovanissimi (un 22enne di Torino, un quindicenne del posto e un sedicenne della provincia di Milano) stavano andando a Gonnosnò passando per Sini. In prossimità del cimitero di quest'ultimo paese, un ignoto cecchino notturno ha sparato contro di loro dalla distanza una fucilata a pallini, raggiungendoli in varie parti del corpo.

Sono stati gli stessi destinatari della rosa di minuscole sfere di piombo a chiamare attraverso il 112 la centrale operativa della compagnia di Sanluri che ha mandato sul posto due pattuglie. I militari hanno raccolto la loro testimonianza e accompagnato i tre amici alla guardia medica di Sanluri per le cure del caso. Nessuno traccia dell'autore della fucilata. (l.on)