Rapinano un bar di Barrali e perdono il cellulare: arrestati

Hanno minacciato i dipendenti e si sono fatti consegnare l'incasso di mille euro. Ma i malviventi sono stati rintracciati dai carabinieri

BARRALI. Hanno perso un telefonino cellulare rotto nel bar che avevano appena rapinato. È uno degli errori commessi dai due banditi che ieri sera hanno messo a segno la rapina al bar Zara di via Roma, a Barrali. In manette Alessandro Lonis e Fabrizio Spada, entrambi di 24 anni. La refurtiva, 1.000 euro in contanti e due stecche di sigarette, è stata recuperata.

La rapina è stata messa a segno 20 minuti prima di mezzanotte. I due, armati di pistola (poi risultata essere una scacciacani) e con il volto coperto da passamontagna, hanno fatto irruzione nel bar e, minacciando il cassiere, si sono fatti consegnare denaro e sigarette. Poi sono fuggiti, inizialmente allontanandosi a piedi e in seguito a bordo di un'auto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Dolianova, comandata dal capitano Gabriele Porta, e della stazione di Monastir, coordinati dal maresciallo Furio Tripicchio, che hanno raccolto le testimonianze.

Nel bar è stato poi recuperato il telefonino che uno dei banditi aveva perso. I militari hanno bloccato i due nelle loro abitazioni a Barrali: messi alle strette, hanno collaborato facendo recuperare sia la refurtiva che indumenti e pistola scacciacani usata per la rapina.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro