Serri, il nuovo consiglio comunale si insedia nel santuario nuragico

Nel bellissimo e inusuale scenario di Santa Vittoria la seduta inaugurale della nuova amministrazione civica eletta l'11 giugno

SERRI. Il consiglio comunale di Serri eletto lo scorso 11 giugno si è insediato in un bellissimo e inusuale scenario: la capanna delle assemblee federali del santuario nuragico di Santa Vittoria dove circa tremila anni fa si riunivano i capi dei villaggi del Sarcidano.

Dopo il giuramento, il sindaco Samuele Gaviano, 34 anni, studente universitario in biologia, confermato per la terza volta, ha reso nota la composizione della giunta.

Il nuovo esecutivo è formato da Luigi Pirisi, il consigliere più votato con 52 preferenze, docente di educazione motoria e agricoltore che si occuperà di sviluppo rurale, sport, affari generali, e sarà il vice sindaco; Andrea Massidda (40 preferenze), artigiano, consigliere di minoranza uscente  che seguirà lavori pubblici, urbanistica e viabilità; Federico Porcedda (37 preferenze), archeologo che guiderà cultura, turismo e politiche giovanili.

La nuova maggioranza si è impegnata a realizzare il museo archeologico, che sarà allestito nel centro servizi, a continuare la campagna di scavi nel complesso nuragico di Santa

Vittoria, a migliorare la viabilità interna e rurale e ad ampliare il cimitero.

Fanno parte del consiglio comunale anche Cosimo Bassu, Maria Palmas in Musio, Salvatore Aresu e Francesca Pitzalis per la maggioranza, Marco Porcu, Gianmario Muggiri e Michele Pisano per l'opposizione.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller