Giornata europea del patrimonio: il programma in Sardegna

Dai giganti di Monte Prama all'attività nelle botteghe artistiche isolane tra il 500 e il 600: quattro visite guidate da esperti

Giornate europee del patrimonio: di seguito il programma delle visite organizzate a Cagliari, Carbonia e Sassari.

1) Carbonia, "I reperti raccontano il paesaggio". Verranno aperti al pubblico i depositi della Soprintendenza di Cagliari al Museo civico di Villa Sulcis a Carbonia, dove sono conservati numerosi reperti provenienti dal territorio circostante, nonché alcune raccolte prima in possesso di privati, tra cui le cd. Collezione Pispisa e Doneddu. Verrà esposta una selezione di reperti che permetteranno una lettura dell’evoluzione diacronica delle tipologie ceramiche nell'antichità, con uno sguardo particolare a siti di grande interesse sia dal punto di vista archeologico che paesaggistico. L’evento è curato dall’archeologa Sabrina Cisci e si terrà il giorno 23 settembre dalle ore 16 alle ore 20 nei depositi del Museo civico archeologico di Villa Sulcis a Carbonia (Via Campania).

2) Cagliari, "Monte Prama alla luce dei più recenti scavi". L’archeologo Alessandro Usai presenterà i risultati degli scavi più recenti eseguiti nel complesso di Mont’e Prama di Cabras. Nel luogo in cui gli scavi precedenti avevano portato alla luce le ormai famose sculture nuragiche (statue, modelli di nuraghe, betili), le ricerche degli ultimi hanno notevolmente ampliato l’area d’indagine e le conoscenze sulla necropoli e sugli edifici adiacenti. L’evento comprende, oltre alla conferenza, una visita guidata al giardino e alla settecentesca villa Pollini. L’evento si svolgerà il 23 settembre dalle ore 9,00 alle ore 13,00 presso la Villa Pollini in Via Jenner, 3 a Cagliari.

3) Cagliari, "Chiesa e cripta di Santa Restituta tra restauri e rilettura delle vicende storiche e artistiche". La chiesa e la cosiddetta “cripta” di Santa Restituta costituiscono uno dei punti di attrazione culturale e turistica più rilevanti per la città di Cagliari. La visita guidata proporrà una rilettura critica della storia degli studi e nuove proposte di datazione per il simulacro della Santa e per l’affresco di San Giovanni Battista; a seguire saranno illustrati i lavori di restauro dell’edificio superiore, restituito alla fruizione dopo anni di abbandono. L’evento è curato dalla storica dell’arte Maria Francesca Porcella e dall’architetto Stefano Montinari. L’appuntamento per la visita guidata è domenica 24 alle ore 10,30 presso la chiesa di Santa Restituta in Via S. Efisio a Cagliari.

4) Sassari, "Botteghe d'arte in Sardegna tra 500 e 600". All’interno della Giornata di studi “Le tecniche artistiche e la Sardegna”, attivato dall’Accademia Belle Arti “Mario Sironi” di Sassari, la Soprintendenza  di Cagliari sarà presente con tre interventi curati dalle storiche dell’arte che illustreranno alcuni significativi lavori di restauro e una rilettura iconografica e storico-artistica di opere pittoriche di particolare rilievo in ambito locale: la formella con la Madonna col Bambino del santuario di Bonacatu a Bonarcado, del XIV secolo (Patricia Olivo); il retablo della Madonna degli Angeli dell’Antiquarium Arborense di Oristano, del XV secolo (Maria Francesca Porcella); le tempere murali della chiesa di Sant' Agostino, raffigurante Anime purganti, del XVII secolo (Maria Passeroni). Negli interventi si darà particolare rilievo anche al tema scelto per la

Giornata europea del patrimonio 2017, con l’analisi delle materie prime utilizzate nelle antiche tecniche pittoriche di età medievale e rinascimentale. L’evento si svolgerà sabato 23 e l’inizio dei lavori è per le ore 10, presso l’Accademia Belle Arti in via Duca degli Abbruzzi, 4 a Sassari.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community