Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Incendio distrugge una palazzina, chiuso per sicurezza il vicolo di accesso

L'incendio nella palazzina

Il rogo si è sviluppato in una casa su tre livelli a Villanovatulo e i vigili del fuoco una volta spente le fiamme dopo gli accertamenti ne hanno dichiarato l'inagibilità

VILLANOVATULO. Un incendio ha devastato questa mattina (martedì 29 novembre) una casa su tre livelliin vico Roma,nei pressi della piazza Benvenuto Lobina, in pieno centro storico, di proprietà di Sebastiano Masili, un allevatore emigrato nelle Marche per motivi di lavoro, dove risiede ad Amendola in provincia di Fermo.

Il rogo divampato poco dopo le cinque ha completamente distrutto la copertura in legno dell’edificio nonostante la tempestività dell’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Sorgono allertati da Ignazio Mura, un autotrasportare del paese della Barbagia di Seulo che ha notato le fiamme mentre si recava al lavoro. Sul posto sono anche intervenuti i carabinieri della stazione di Villanovatulo e della compagnia di Isili che a scopo precauzionale hanno fatto evacuare le abitazioni vicine per garantire l’incolumità dei residenti durante le operazioni di spegnimento.

I militari hanno avviato le indagini per accertare la natura del rogo che si presume sia stato provocato da qualche scintilla fuoriuscita dal camino che il proprietario della casa che si trova da alcuni giorni a Villanovatulo ha acceso per ripararsi dal freddo pungente della notte.

Il tecnico del comune dopo un accurato sopralluogo ha accertato l’inagibilità dell’edificio e ha disposto la chiusura al traffico pedonale e veicolare del vico Roma. I danni materiali non sono stati ancora quantificati. La casa non sarebbe coperta da polizza assicurativa.