Pastori e famiglie riconsegnano le schede elettorali al sindaco

E' successo a Silius, il primo cittadino Marino Mulas: "Rappresenterò i vostri problemi ma io non rinuncerei alla possibilità di votare"

SILIUS. Stamane 2 febbraio intorno alle 13 centoventitre allevatori e i loro familiari si sono presentati in municipio e hanno consegnato al sindaco Marino Mulas le schede elettorali.

"Ho rappresentato loro tutta la mia solidarietà - asserisce il primo cittadino del paese del Gerrei - e tutto l’impegno utile a divulgare il loro stato di malessere. Ho spiegato, tuttavia, che non avrei personalmente rinunciato alla possibilità di votare, né il 4 marzo ne mai”

Gli allevatori hanno denunciato i ritardi nell’erogazione delle risorse stanziate, la gravissima siccità che ha messo in ginocchio le aziende agropastorali, tutte a rischio fallimento e la distanza che c’è tra la loro categoria e le istituzioni.

“Comprendo e condivido la loro protesta - sottolinea il sindaco Mulas -. Sono conscio delle difficoltà che affrontano quotidianamente. Nel territori, così come in tutta la Sardegna, il mondo dei piccoli allevatori sta attraversando una crisi che potrebbe avere conseguenze nefaste e irreversibili. Il loro grido di aiuto deve essere assolutamente ascoltato. La Sardegna senza il mondo dell’allevamento sarebbe una regione a metà, semplicemente non avrebbe futuro e sarebbe a rischio”.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro