Carloforte, il defribillatore salva un uomo colto da malore

L'intervento immediato di alcune persone e l'utilizzo dell'apparecchio si sono rivelati decisivi

CARLOFORTE. Il defibrillatore (e chi lo ha tempestivamente utilizzato), ha salvato la vita ad un uomo che si era accasciato sul lungomare. E' accaduto nel pomeriggio di ieri a Carloforte, quando un lavoratore nel settore marittimo di Sant'Antioco, all'incrocio fra il lungomare e via XX Settembre, è crollato a terra in condizioni critiche.

Colto da un grave malore (probabilmente un ictus), era cianotico, respirava a fatica ed aveva un arresto cardiaco, al punto che alcuni, vedendolo, gli davano poche speranze di vita. Sul posto sono subito intervenuti due vigili urbani, per soccorrere il malcapitato e regolare il traffico delle auto, anche per il concomitante arrivo del traghetto. Da cui sono sbarcati, per caso, un'infermiera e un medico, che hanno prestato le prime cure, con massaggio cardiaco.

Nel mentre un vigile è corso a prendere il defibrillatore pubblico non molto distante, collocato a fianco della Pro Loco, utilizzandolo insieme al personale sanitario che coordinava l'intervento. Pare che già dalla prima scarica l'uomo abbia ripreso a respirare, per riacquistare conoscenza poco dopo. Sul posto, nel frattempo è giunta l'ambulanza della Croce Azzurra in servizio 118, che lo ha trasportarlo subito in ospedale per maggiori cure ed esami sulle condizioni di salute.

Quanto accaduto, ha messo in evidenza, oltre alla prontezza d'intervento di chi si è trovato sul posto, l'importanza di poter disporre di defibrillatori

in luoghi frequentati dal pubblico. Quello utilizzato, era stato posizionato nel novembre scorso e donato all'amministrazione comunale dal Rotary Club di Cagliari insieme ad un altro, che verrà invece sistemato in piazza Pegli, altro luogo molto frequentato in centro. Simone Repetto

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro