Investe una donna e scappa: la donna muore in ospedale, il pirata si costituisce

L'incidente è avvenuto sulla statale 196, tra Villacidro e Villasor, la vittima di 50 anni si chiamava Maria Dragutinovic e veniva da una festa di matrimonio

VILLASOR. Investita da un’auto pirata sulla statale 196, tra Villasor e Villacidro, una donna di origini slave che partecipava a una festa in una ex casa cantoniera dell'Anas occupata abusivamente da nomadi, è morta qualche ora dopo il ricovero nell’ospedale di San Gavino. Si chiamava Maria Dragutinovic, aveva 50 anni ed era residente a Villasor.

Secondo quanto poi emerso, ad investirla è stata un’auto che dopo aver urtato un furgone parcheggiato bordo strada, il conducente si sarebbe fermato per ripartire subito dopo. La donna è stata portata in codice rosso all’ospedale di San Gavino con un’ambulanza del 118, ma qualche ora dopo è morta.

Sul posto hanno operato i carabinieri della compagnia di Sanluri e della stazione di Villasor che per ricostruire l’incidente e avviare la caccia all’investitore, hanno dovuto agire in un clima del tutto particolare

e affatto collaborativo, nella casa cantoniera dove erano in corso i festeggiamenti molti avevano bevuto.

Intanto il conducente dell'Alfa Romeo ha deciso di costituirsi, si tratta di un 36enne: è accusato di omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga in caso di incidente.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik