Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Escolca, premio Ulivo d'oro: per chi ama la Sardegna producendo con qualità

Riconoscimenti anche alla conduttrice televisiva Licia Colò per l'attenzione che riserva all'isola e alla comunità La Collina di don Ettore Cannavera che impegna i giovani ospiti nella produzione di olio e formaggi

ESCOLCA. Sono stati assegnati a Escolca i riconoscimenti del Premio Ulivo d’Oro 2018, l’evento clou della Festa del pane e dell’olio organizzata dal Comune di Escolca e dall’Associazione Pro Loco con il sostegno della Regione Sardegna, della Fondazione di Sardegna e di Laore.

L’evento, che si avvale del coordinamento generale dell’Associazione Mariolè e rappresenta la prima tappa del progetto Stiddius de Oru, ha riunito una nutrita pattuglia di personalità che con il loro apporto hanno dato lustro (si spiega nella nota stampa) al territorio del Sarcidano e della Barbagia di Seulo a livello nazionale e internazionale, promuovendo l’intera Sardegna nel settore dell’enogastronomia, del turismo e della tutela dell’ambiente. A presentare la cerimonia è stata la giornalista Virginia Saba.

"I premiati rappresentano uno spaccato di eccellenza dell’Isola – ha detto il Sindaco Eugenio Lai - con una menzione d’onore ad una ospite non sarda ma che ama la Sardegna, viste anche le sue origini isolane da parte di madre, in tutte le sue declinazioni, Licia Colò, paladina della natura e degli animali che in ogni occasione non dimentica la sua passione per una Regione che è tra le sue mete preferite".

Un importante spazio è stato riservato al mondo dell’enologia con prestigiosi rappresentanti. Gilberto Arru, storico curatore della Guida dei Vini della Sardegna per il Gambero Rosso e punto di riferimento per tante realtà regionali e della Penisola del settore, è stato premiato dal sindaco di Nuragus Giovanni Daga. Giuseppe Carrus, che ha preso il posto proprio di Gilberto Arru, suo mentore, per seguire la bibbia dei vini sardi della celebre rivista specializzata in enogastronomia, una delle penne più prestigiose a livello nazionale per il comparto vitivinicolo e agroalimentare, ha ricevuto il premio da Stefano Soi, architetto riconvertito alla vigna e fondatore dell’Agricola Soi di Nuragus, azienda di punta del territorio del Sarcidano con la sua cantina e una attrezzata fattoria didattica.

E’ stato il presidente di Casartigiani Ignazio Schirru a consegnare il riconoscimento all’enologo di Arborea Piero Cella, fondatore della Cantina Quartomoro, fautore di tanti successi a livello nazionale ed internazionale, come le Cantine di Santadi, Mesa e Su Entu, e appena premiato nel corso dell’ultima edizione del Vinitaly.

Il tema della sicurezza alimentare ha visto come rappresentante un volto noto della TV, consulente Rai e Mediaset e di numerose televisioni e testate giornalistiche nazionali, Luciano Oscar Atzori premiato dal docente Valerio Giacalone.

Il settore delle eccellenze culinarie ha premiato Antonello Arrus chef executive del Ristorante Belvedere di Forte Village, Stella Michelin 2013, a consegnargli il premio l’ex presidente di sezione del Consiglio di Stato Paolo Numerico. 

Per la promozione della Sardegna a livello nazionale e internazionale sono stati scelti il Forte Village, uno dei resort più noti al mondo, e meta delle vacanze delle più celebri personalità internazionali, rappresentato da Domenico Bagalà, che ha ricevuto il premio dal presidente del Consorzio Costa Smeralda, Renzo Persico; il console della Bielorussia Giuseppe Carboni, attivissimo nel far conoscere le bellezze sarde nel vriegato panorama del turismo russo, premiato dal presidente della Pro loco di Escolca Aldo Piras; e Giambattista Mureddu, titolare dell'Agriturismo Montiferru, per diversi anni ai vertici della graduatoria di gradimento dei turisti nella speciale classifica di Tripadvisor, che ha ricevuto il premio dal sindaco di San Nicolò Gerrei Stefano Soro.

Anche a Don Ettore Cannavera e al suo encomiabile lavoro a favore dei più deboli che, nel corso della permanenza presso la Comunità La Collina, apprendono l’arte di produrre vino, formaggio e tante altre prelibatezze, un riconoscimento dal grande valore simbolico consegnato dal sindaco di Escolca Eugenio Lai.

Il Comitato del Premio ha voluto assegnare tre menzioni speciali ad altrettante realtà di grande importanza per il territorio. A partire da Corte Olias di Francesco Cadoni, che è anche vice Presidente del Consorzio di Tutela dell’Olio Dop, primo premio quale azienda produttrice di olio Dop in Sardegna nel 2011 e recentemente insignita di uno dei riconoscimenti più prestigiosi a livello nazionale, le Tre Foglie della rivista Il Gambero Rosso nel 2017.

Altra menzione per il frantoio di Escolca Sa Mola dei Fratelli Cadoni, mentre per il settore cerealicolo, meritatissimo riconoscimento al Consorzio Sardo Grano Cappelli presieduto da Laura Accalai (nella foto con il Sindaco Eugenio Lai e con il Vicepresidente del Consorzio Roberto Congia) che da quasi 10 anni promuove il consumo e la diffusione di una straordinaria eccellenza che la Sardegna produce con caratteristiche e standard nutrizionali e qualitativi elevatissimi.

La premiazioni è stata allietata dagli interventi musicali proposti da Su Cuntzertu Abbasantesu e dal Tenore di Oniferi.