Pescano cozze e arselle infette, blitz dei forestali nello stagno vietato

A Cagliari sulla laguna di Santa Gilla è stata emanata l'ordinanza di divieto di raccolta e consumo di "molluschi bivalve"

CAGLIARI. Un quintale e mezzo di cozze e arselle è stato sequestrato questa mattina 30 maggio dagli uomini del corpo forestale perché contaminate da biotossine e colibatteri.

L’operazione è avvenuta nell’area protetta dello stagno di Santa Gilla a seguito di una ordinanza del servizio veterinario della Assl di Cagliari di divieto di raccolta e di consumo di molluschi bivalve pescati nello stagno.

Il sequestro è stato effettuato dai Forestali delle stazioni di Cagliari,

Capoterra, Sinnai e della Base Navale di Cagliari. Sono state denunciati cinque pescatori per violazione all’ordinanza che viete la raccolta dei molluschi ed elevati 14 verbali di contestazione di violazione amministrativa per l’esercizio abusivo di pesca in zona sottoposta a concessione.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro