Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Compie cent'anni e per la prima volta in vita sua festeggia il compleanno

Regina Portas centenaria con la fascia tricolore

Grande festa a Decimoputzu in onore di Regina Portas: "Me l'hanno sempre detto che sono nata in luna buona"

DECIMOPUTZU. In precedenza non aveva mai festeggiato il suo compleanno. Stavolta però ha fatto uno strappo alla regola per accontentare i figli i nipoti e i pronipoti che sono riusciti a convincerla dopo tantissime pressioni e insistenze. Festa grande a Decimoputzu per il centesimo compleanno di Regina Portas. Figlia secondogenita di Efisia Porru e Giovanni, Geremia Lazzaro, un contadino originario di Villanovafranca, tzia Regina ha imparato a leggere e scrivere, traguardi non comuni a quel tempo, per i figli di famiglie povere. Ha frequentato, infatti, con profitto, la quarta elementare. Non ancora adolescente si è trasferita a Cagliari.

La bella torta per il compleanno di tzia Regina

Per oltre un decennio ha lavorato come donna di servizio in una benestante famiglia cagliaritana. Nel 1942, mentre era in corso la seconda guerra mondiale, si è sposata con Mario Saiu, un artigiano (barbiere) di Decimoputzu che successivamente ha fatto l’assicuratore e ha aperto e gestito uno dei primi bar del paese del Campidano. Tzia Regina ha messo al mondo 4 figli, tutti viventi: Rosetta (74 anni), Gianfranco (71), Wilma (68) e Sandro (57). Tzia Regina ha sempre avuto una grandissima passione per il giardinaggio e la lavorazione all’uncinetto che ha coltivato sino a pochi anni fa.

La neo centenaria nonostante l’età gode di buona salute anche se negli ultimi anni ha manifestato alcuni acciacchi. Ha superato, infatti, brillantemente un grave problema cardiaco e si è ripresa dopo aver subito la frattura del femore e di un polso.

Tzia Regina, la testimone storica di Decimoputzu, ha una memoria di ferro. Da quando è morto il marito (il 1980), vive con la figlia maggiore Rosetta, nubile. “Nonostante tutti mi abbiano sempre detto che sono stata concepita e nata in luna buona- sottolinea tzia Regina, non pensavo minimamente di riuscire a raggiungere questo traguardo. Ringrazio il signore che ha disposto così.”I festeggiamenti in onore di tzia Regina sono iniziati dopo la messa di ringraziamento che è stata officiata dal parroco don Gian Marco Casti. Il sindaco di Decimoputzu Alessandro Scano le ha donato a nome di tutta la cittadinanza una targa ricordo e durante i festeggiamenti le ha fatto indossare la fascia tricolore.

“Compiere 100 anni- ha sottolineato il sindaco Scano- vuol dire avere percorso un lungo cammino, essere ricchi di esperienza, saggezza e ricordi da condividere con chi le è stato accanto e con chi le vuole bene”. Tzia Regina è la quarta putzese, a memoria d’uomo, ad aver raggiunto e superato l’ambito traguardo del secolo di vita.

Prima di lei ad aver spento le 100 candeline sono stati: Maria Rosa Greca Furcas (nata 22-09-1892 – deceduta 10-02-1994), Maria Ignazia Ema Ena (nata 31-10.1910 – deceduta 05-07 2011), Gabriele Celestino Raimondo Marongiu (nato 26-09-1912 – deceduto 10-02-2014).