Droga e armi in auto, non si fermano all'alt: bloccati e arrestati

Una coppia di Villacidro è stata portata nel carcere di Uta. Le sostanza stupefacenti trovate in auto una volta vendute avrebbero fruttato diecimila euro

SERRENTI. In auto con droga e pistola giocattolo a tamburo modificata e carica cercano di sfuggire a un posto di blocco dei carabinieri, ma vengono immediatamente bloccati e arrestati. Le manette sono scattate per Matteo Perria disoccupato di Serrenti, e Ambra Cabriolu di Villacidro, entrambi 31enni, che adesso si trovano rinchiusi nel carcere circondariale di Uta.

Nella serata di ieri venerdi 22 giugno, i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Villacidro, assieme ai colleghi della compagnia di Sanluri e delle stazioni di San Gavino e Sardara, coordinati dal maggiore Andrea Cassarà, hanno istituito un posto di controllo sulla statale 131 all’uscita per Serrenti in direzione Sassari. Hanno imposto l’alt a una utilitaria con a bordo una coppia di giovani, ma il conducente (Matteo Perria) ha proseguito senza fermarsi, non sapendo che poco più in là c’era un’altra pattuglia appostata, che lo ha bloccato senza dargli altra possibilità di fuga.A seguito di perquisizione personale dei due giovani e dell’autovettura, estesa poi all’abitazione dei due, i carabinieri hanno trovato 67 grammi di cocaina, 459 di marijuana, la pistola a tamburo modificata, un’altra pistola semiautomatica tipo “scacciacani” ma senza tappo rosso, 25 cartucce calibro 9 e altre 5 a salve,

un bilancino di precisione.

La vendita di cocaina e marijuana, destinata al mercato dello spaccio di Villacidro, avrebbe procurato un ricavo di circa 10mila euro. I due arrestati sono accusati di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e di armi clandestine e munizioni.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro