Padre e figlio arrestati per spaccio a Torre dei Corsari

I carabinieri stroncano la florida attività di due uomini di Pabillonis

ARBUS. Padre e figlio domiciliati nella località turistica di Torre dei Corsari, spacciavano e producevano marijuana, coltivandola nella villetta in cui abitano. In manette sono finiti Federico e Vito Zara, di 35 e 60 anni, di Pabillonis, accusati di detenzione e coltivazione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Alle 4 di questa mattina 19 luglio i carabinieri del posto fisso di Torre dei Corsari, durante un servizio per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato una persona (Federico Zara) che si aggirava con fare sospetto nelle vie della località marina. Nel corso del controllo manifestava segni di nervosismo, pertanto è stato sottoposto a perquisizione personale poi estesa anche alla casa di Torre dei Corsari. Il controllo personale ha consentito ai carabinieri di trovare circa 120 grammi di marijuana.

Alla luce di quanto rinvenuto, i militari hanno esteso la perquisizione l'abitazione di residenza dove il giovane vive con il padre Vito: qui c’erano ulteriori 70 grammi di marijuana,17 piante di cannabis in vaso alte da 40 a 160 centimetri,

due piante essiccate dello stesso stupefacente, lampade alogene, ventilatori e altro materiale utilizzato per la coltivazione. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati posti agli arresti domiciliari, in attesa dell'udienza di convalida prevista per questa mattina. (luciano onnis)

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro