Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sarrabus, Trexenta, Parteolla e Sarcidano: week end ricco di eventi

Tutto pronto a San Vito per gli appuntamenti del week end

Appuntamenti folk, gastronomici, musicali e culturali: una serie di iniziative per tutti i gusti

SAN VITO. Fine settimana ricco di appuntamenti enogastronomici, folkloristici, musicali, culturali nel Sarrabus, nella Trexenta, nel Parteolla e nel Sarcidano. Oggi sabato 28 luglio sono in programma a: San Vito, in via Funtana Iri, la ventottesima edizione della “Sagra de sa pratzira e de sa pezza de craba”. L’attesa manifestazione gastronomica sarà animata da uno spettacolo folkloristico itinerante e di “Chorographic latin dance”.

A Senorbì, nel museo archeologico “Sa domu nosta” sarà inaugurato il percorso espositivo “La dea di Turriga, il mistero di un’icona senza tempo”che sarà visitabile sino al 5 agosto dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 21. L’evento unico e straordinario sarà l’occasione per ammirare, dal vivo, una delle massime icone del patrimonio identitario sardo, principio unificatore ed enigma dell’esistenza. Graditi ospiti la Cantina Argiolas di Serdiana e la Cantina Trexenta di Senorbì con le loro eccellenze vinicole.

Ad Armungia (il paese più piccolo della Sardegna Sud), la “Sagra de su Pistoccu”. Una occasione incredibile per degustare il pane pistoccu tradizionale coi prodotti tipici e visitare il paese museo (sistema museale aperto sino a mezzanotte, la casa di Emilio Lussu dalle 18 alle 20).

A Donori, la 23^ Sagra dell’emigrato”. Dalle 20, nel sagrato della chiesetta di “Sa Defenza”, si festeggia con la cena sotto le stelle che propone un menu di prodotti donoresi: malloreddus, fregola e l’immancabile pecora in cappotto. Oltre al buon cibo la serata propone musica e balli con il maestro Andrea Piras.

A Dolianova, nel Parco Artistico “Gianni Argiolas” (antistante la Cantina Sociale di Dolianova), con inizio alle 18:30, Giuseppe Maggiolo (noto Pino) presenterà il suo libro “Antica Sardegna. Una Storia Diversa” edito da Grafica del Parteolla.

A Esterzili, nel monte Santa Vittoria, alle 20,30 l’Abaco Teatro metterà in scena lo spettacolo “Viaggio nelle città invisibili”tratto dall’omonimo romanzo di Italo Calvino; Tuili, per i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate esibizione dei gruppi folkolristici di Tuili, Cabras, Samugheo, Busachi e concerto dei “Melodias” mentre a  Siurgus Donigala, dalle 20 “Cena” nelle strade della Croce Santa con pietanze tipiche locali organizzata dall’associazione culturale S’Incungia. L’appuntamento gastronomico sarà allietato da un intrattenimento musicale.

A Isili, via Garibaldi sotto le stelle. “sa bia de is coronas torrat in festa” mentre a Maracalagonis, sesto raduno dei suonatori di campane. Alle 20,30 concerto dei maestri campanari. La manifestazione sarà presentata dal parroco don Elvio Puddu.

A Pimentel, per la rassegna “Note d’estate. Suoni e danze con i grandi protagonisti dell’isola” presentata da Giuliano Marongiu, concerto di Maria Luisa Congiu, Cecilia Concas, Laura Spano, Lucia Budroni, Incantos, Gruppo folk “Feminas de Marmilla” accompagnate da Roberto Tangianu (launeddas), Giambattista Longu (chitarra e violino) e Daniele Serpi (polistrumentista)..

Domani domenica in programma a San Vito: in via Funtana Iri, seconda “Festa del pescatore”, degustazione di frittura mista di pesce locale e moscardini con patate. L’appuntamento gastronomico sarà animato dal coro polifonico “Santu Asili ‘e Monti” di San Basilio. Castiadas invece ospiterà al “Sa Mandria” “la sagra dei malloreddus con salciccia” , spettacolo folkloristico e mostra mercato dei prodotti artigianali della zona. A  Villaputzu, piazza Marconi, ventinovesima “Sagra dei malloreddus” e a Villasalto, piazza Giovanni Paolo II, “Festa del cinghiale” organizzata dall’autogestita santa Barbara. Infine a Tuili, per i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate, concerto di Bianca Atzei. (Gian Carlo Bulla)