Da Carloforte ad Alghero a vela per parlare di globalizzazione e localismo

Molla gli ormeggi il progetto "Ichnusa incontra Mare Nostrum"

CAGLIARI. Molla gli ormeggi oggi da Cagliari il progetto "Ichnusa incontra Mare Nostrum", sviluppato da OMeGA, Osservatorio Mediterraneo di Geopolitica ed Antropologia, associazione colturale no-profit impegnata in attività di informazione, diffusione, formazione ed incontri sulle sponde del Mediterraneo, con l'obiettivo di instaurare dialogo e cooperazione tra realtà diverse, attraverso progetti innovativi e durevoli.

Nell'ambito delle iniziative promosse, il progetto coinvolge la Sardegna con l'organizzazione di una speciale veleggiata ed eventi congressuali in porti rinomati, in cui si terranno incontri tematici, con la partecipazione di esperti che interverranno su criticità che trovano particolare riscontro in sede locale, enfatizzando peculiarità del luogo della sosta. Il programma prevede il raduno degli equipaggi e la partenza da Cagliari in mattinata, per far rotta verso Carloforte, dove si terrà il primo incontro.

Domani, domenica 5, alle 19, nella sede della Lega Navale Italiana, si parlerà della straordinaria storia del popolo tabarchino e dell'attività ittica in sede regionale e mediterranea, con particolare riferimento alla pesca del tonno rosso in tonnara e al prelievo del riccio di mare, oltre a cenni sulle normative e controlli sull'attività ittica. In seguito, la prua degli scafi di OMeGA punterà verso nord, per raggiungere Alghero, dove mercoledì 7 agosto, alle 19, presso la "biblioteca catalana" dell'associazione culturale "Obra Cultural

de l'Alguer", si svolgerà il secondo incontro tematico, in cui verrà esaminato il singolare fenomeno dell'accentuazione delle spinte localistiche nel mondo globale, tra cui le mire indipendentistiche dei catalani, in un luogo dove quella cultura ha radici storiche. (simone repetto)

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro