Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Cerca di schiacciare con l'auto un giovane, un 31enne arrestato ad Arbus

L'uomo, che è accusato di lesoni, minacce e porto di armi, è stato bloccato dai carabinieri

ARBUS. Tampona volutamente l’odiato nemico in scooter assieme a un amico, poi lo minaccia con un coltello e risalito in macchina lo insegue mentre scappa e lo stringe contro il portone d’ingresso di un’abitazione con l’intenzione di schiacciarlo. Protagonista del movimentato episodio, ieri sera 8 agosto ad Arbus, un disoccupato di Gonnosfanadiga, Mosè Mugheddu, 31enne, arrestato poi dai carabinieri per minaccia aggravata, lesioni personali e porto di armi ed oggetti atti ad offendere.

Il fatto è accaduto in via Dante. Mugheddu, proveniente dal suo vicino paese a bordo di una Panda, ha incrociato un giovane di Arbus, anche lui 31enne, verso il quale nutriva motivi di astio pregresso, che al momento viaggiava a bordo del proprio ciclomotore unitamente a un suo amico. Prima lo ha tamponato, quindi sceso dall’auto lo ha minacciato di morte con un coltello a serramanico.

Risalito in auto, il disoccupato di Gonnos ha investito nuovamente il ciclomotore sul quale sedeva al momento solo la vittima, che con un balzo sul cofano anteriore della vettura di Mugheddu è riuscito ad evitare l’impatto. Il tentativo di investimento si sarebbe ripetuto alcune volte, stringendo infine il fuggitivo con la vettura contro il portone di un'abitazione. Riuscito a ripararsi all’interno di un bar, la vittima ha chiesto l’intervento dei carabinieri che giunti in pochi minuti dalla locale stazione e con una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Villacidro, hanno bloccato Mugheddu ancora dentro la sua auto e lo hanno arrestato in attesa del processo previsto nella mattinata di oggi. (luciano onnis)