Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sfilata in abito tradizionale e arrosto di vitello intero: "austu" a Escalaplano

L’attesissimo appuntamento “S’Atobiu scalepranesu: Ballus e Mascheras” con cena sotto le stelle

ESCALAPLANO. Il grande giorno è arrivato. Questo pomeriggio 13 agosto, antivigilia della festa di “Mesu Austu” si svolge ad Escalaplano l’attesissimo appuntamento “S’Atobiu scalepranesu: Ballus e Mascheras” organizzato dall’associazione “Bois Fui Janna Morti” e dal “Gruppo folkloristico San Salvatore” con la collaborazione del comune e dei nati nel 1978.

A partire dalle 18,30 per le vie del paese sfileranno “Sos Traigolzos” di Sindia, “Sos Corriolos” di Neoneli, Is Mustayonis e S’Orcu Foresu” di Sestu, “Is Scruzzonis” di Siurgus Donigala, “S’Urtzu e sos Bardianos” di Ula Tirso, “Bois Fuijannamorti” di Escalaplano, sei maschere del carnevale dell’isola, e i gruppi folkloristici “Silvana Coni” di Perdasdefogu, “Città di Dolianova”, “Funtan’e Olia” di Sinnai, “Sant’Anna” di Tortolì, “Gli Scalzi” di Cabras, San Sebastiano e San Salvatore” di Escalaplano. Il corteo sarà preceduto dai “Tumbarinos” di Gavoi.

Al termine della sfilata “cena sotto le stelle” con carne di vitello arrosto cucinato intero. Seguira poi, in piazza Sedda, l’esibizione dei gruppi che hanno partecipato alla sfilata. La manifestazione sarà conclusa da balli sardi per tutti.