Corsa clandestina in auto, nei guai due giovani a Senorbì

C'erano anche alcuni spettatori a seguire la folle corsa tra strade del paese

SENORBÌ. Si rincorrevano con le auto a fole velocità lungo le strade di Senorbì, impegnati in una corsa clandestina. Solo l'intervento dei carabinieri ha evitato che l'azione di due giovani si trasformasse in una tragedia. I conducenti delle due auto, un 23enne di Guasila e un 20enne di Nurri sono stati denunciati ai sensi dell'art.9 ter del Codice della Strada per «partecipazione a competizione in velocità non autorizzata con veicolo a motore». Nei loro confronti è scattato anche un verbale che, come sanzione accessoria, prevede il ritiro della patente di guida e il sequestro con confisca dei veicoli.

L'episodio è avvenuto a notte fonda. Al 112 è arrivata una telefonata che segnalava due auto una Volkswagen Polo e un'Alfa Romeo GT affiancate al centro della carreggiata di via Sanna a Senorbì. Le auto si inseguivano, sorpassandosi ad altissima velocità, dando vita a una vera e propria

corsa clandestina con tanto di spettatori - alcuni giovani della zona. Sul posto sono subito arrivate, con sirene e lampeggianti accesi, le pattuglie dei carabinieri. La Polo ha imboccato un vicolo cieco terminando la sua corsa mentre l'Alfa Romeo è stata raggiunta e bloccata dai militari.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro