Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

In Sardegna dopo i furti di sabbia arrivano quelli di cardellini, turista denunciato

Stava partendo con un traghetto di linea dal porto di Cagliari, nel bagagliaio nascondeva una piccola gabbia contenente 35 uccellini, avifauna di cui le convenzioni internazionali e le norme nazionali e regionali vietano cattura e detenzione

CAGLIARI. Non solo sabbia e conchiglie dalle spiagge, adesso i turisti si portano via come souvenir della Sardegna anche i cardellini. Un turista in partenza con un traghetto di linea ieri dal porto di Cagliari, trasportava nel bagagliaio del proprio mezzo una piccola gabbia contenente 35 cardellini, avifauna di cui le convenzioni internazionali e le norme nazionali e regionali vietano cattura e detenzione. È stato fermato al momento dell’imbarco per Napoli dagli uomini del nucleo investigativo dell’ispettorato di Cagliari del Corpo forestale regionale.

L'uomo, ha fornito ai ranger diverse versioni per giustificare il possesso degli uccelli protetti, i quali per contro risultavano prelevati illegalmente nell’ambiente naturale. Pertanto l’individuo è stato denunciato all’autorità giudiziaria per detenzione di fauna protetta e rischia una pena sino a 1 anno di reclusione e 2.500 euro di ammenda. I Forestali ritengono che i cardellini fossero destinati al mercato nero del collezionismo amatoriale, col risultato che il prezzo di un esemplare può raggiungere i 400 euro.

Dunque il potenziale lucro dell’illecito interrotto dal Corpo Forestale risultava ben superiore ai 10.000 euro. Gli animali sequestrati, tutti in buone condizioni di salute, sono stati liberati dagli agenti forestali nel Parco Regionale di Molentargius. (luciano onnis)