Traffico di droga tra Napoli e Cagliari, undici persone arrestate

Circa 10,4 tonnellate di hascisc il quantitativo di droga importata nell’isola dal 2015 a oggi, valore complessivo 21 milioni di euro

CAGLIARI. Undici persone arrestate, otto cagliaritani e tre napoletani, componenti un’associazione dedita al traffico di stupefacenti sono state arrestate alle prime luci del giorno dalla squadra mobile della questura di Cagliari in collaborazione con la guardia di finanza per traffico di sostanze stupefacenti fra la Campania e la Sardegna. Circa 10,4 tonnellate di hascisc il quantitativo di droga importata nell’isola dal 2015 a oggi, valore complessivo 21 milioni di euro. La droga veniva spedita in sardegna con i traghetti Tirrenia , nascosta fra stock di prodotti alimentari.

L’operazione si inquadra nelle attività d’indagine, svolte dalla polizia cagliaritana, mirate a contrastare il fenomeno del traffico di droga tra il capoluogo isolano e i centri di smistamento ubicati nel Napoletano. Gli ordini di custodia cautelare in carcere sono per Stefano Medda (44 anni), Carlo Tintis (46), Tintis Gaetano (59), Antonio Tintis (36), Matteo Tintis (29), Fabrizio Moroni (44), Fabrizio Medda (21), Vittorio Piras (21), tutti cagliaritani; i napoletani Luigi Del Prete (28 anni), Carlo De Luca (31), Emiddio Romano (39). Nel contesto dell’operazione la guardia di finanaza ha provveduto a sequestrate beni (immobili, auto, barche) per 4 milioni di euro.

L’operazione non è comunque conclusa e si annunciano altri importanti sviluppi. L’operazione è stata illustrata nella questura di Cagliari dal questore di Cagliari D’Angelo e dal comandante della guardia di finanza generale Vezzoli, con i particolari precisati dal capo della mobile Marco Basile e dal colonello della Finanza Vittorio Capriello, comandante reparto operativo del Gruppo Cagliari. (luciano onnis)

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro