Cacciano cinghiali con un fucile rubato e senza porto d'armi: arrestati

Un allevatore e un pensionato sono stati intercettati dai forestali nelle campagne di Escalaplano

ESCALAPLANO. Luigi Demontis, un allevatore di 44 anni di Escalaplano, e Antonio Pisano, un pensionato di 71 anni di Nurri, entrambi con precedenti penali, sono stati arrestati dagli agenti del corpo forestale e di vigilanza ambientale della stazione di Escaplano per detenzione di arma clandestina e ricettazione.

I due, privi di porto d’armi, fermati dai ranger nelle campagne del paese del Sarcidano che segna la linea di demarcazione tra il Gerrei e l’Ogliatra, in località Funtana Piroi, al termine di una battuta di caccia al cinghiale, sono stati trovati in possesso di due fucili calibro 12, uno con la matricola cancellata e l’altro risultato rubato.

All’operazione hanno partecipato anche

i forestali del nucleo investigativo dell’ispettorato di Cagliari e i carabinieri della stazione di Escalaplano e della compagnia di Ierzu. Al termine delle formalità di rito i due bracconieri sono stati tradotti, così come disposto dal magistrato di turno, nella casa circondariale di Uta.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller