Le suppletive a Cagliari: riammesso il candidato M5S

Il ricorso in Cassazione rimette in pista Caschili che correrà contro Frailis, Noli e Balletto per Montecitorio

CAGLIARI. Luca Caschili, il candidato del Movimento 5 Stelle, parteciperà alle suppletive per la Camera dei deputati. Lo ha deciso ieri la Cassazione dopo il ricorso presentato dal Movimento contro la decisione dell’ufficio centrale circoscrizionale della Corte d’Appello di Cagliari che aveva escluso dalla competizione il candidato stellato perché non era stato consegnato il contrassegno ovvero lo stemma stesso del movimento nella forma richiesta dalla normativa.

Dopo la decisione del tribunale cagliaritano, il M5S rischiava di non partecipare alle elezioni suppletive del 20 gennaio per sostituire il deputato-velista Andrea Mura, dimessosi a luglio dopo le accuse di assenteismo dai lavori di Montecitorio. Secondo l’ufficio circoscrizionale della Corte d’appello di Cagliari, «l’atto della presentazione dei contrassegni fa parte integrante ed essenziale della candidatura e non è quindi integrabile dopo la scadenza del termine».

Di diverso avviso la Cassazione che ieri, a meno di 24 ore dalla presentazione del ricorso da parte dei 5 Stelle, ha riammesso Caschili alla competizione. Secondo i giudici della Suprema Corte, la mancata presentazione dello stemma del movimento non inficia la candidatura dell’ingegnere 46enne, attualmente

assessore all’Urbanistica nel comune di Carbonia. Ora in tutto sono quattro i candidati in corsa per conquistare un posto alla Camera dei deputati: oltre al grillino Caschili, ci sono Andrea Frailis per il centrosinistra, Daniela Noli per il centrodestra ed Enrico Balletto per Casa Pound.

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare